Terremoto nell’Ugl. Il direttivo provinciale del sindacato “sfiducia” il commissario Tragno

818

Un vero e proprio terremoto all’interno dell’organizzazione Sindacale UGL della provincia di Caltanissetta, il cui direttivo provinciale ha deciso di presentare una mozione di sfiducia per il commissario dello stesso sindacato, Franco Tragno.

Parlano proprio di “terremoto” i componenti del direttivo provinciale Silvano Felice e Diego Volpe che unitamente ai Segretari Provinciali delle Federazioni Chimici, Andrea Alario, Autonomie Locali Salvatore Lauria, Pensionati Ferdinando Cervellione, Agroalimentare e Forestali Angelo Ferrara e Alfonso Mirandi, Terziario e Pari opportunità Enza Falzone, Sicurezza Civile Angelo Lo Giudice, “dopo essersi riuniti giorno 21 dicembre nei locali della Confederazione di Caltanissetta per verificare i comportamenti politico sindacali del Commissario Franco Tragno, in relazione a quanto previsto dallo statuto e dal regolamento, hanno scritto una lettera al Segretario Generale Nazionale della Confederazione, Francesco Paolo Capone”.

Gli aderenti alla mozione, “dopo ampia e approfondita discussione sulla problematica e considerato l’operato del Commissario Tragno, ritenuto dai firmatari della mozione di sfiducia non in sintonia con quanto stabilito dallo Statuto, visto quanto previsto dal regolamento specificatamente all’articolo 8 comma 2, hanno espresso formale mozione di sfiducia nei confronti del Commissario Franco Tragno, chiedendo a norma dell’articolo 6 comma 2, di convocare e celebrare il Congresso Straordinario. Di seguito il link con il testo originale della missiva con la firma degli aderenti”.

Commenta su Facebook