Terapia intensiva separata per pazienti Covid-19. Protocollo tra Asp di Caltanissetta e Agrigento per la gestione dei pazienti

610

Le ASP di Caltanissetta e quella di Agrigento siglano un protocollo d’intesa per la gestione dell’emergenza da Coronavirus. Rendendosi necessario intraprendere ogni azione utile a fronteggiare e contenere la diffusione del virus correlata alla gestione dell’emergenza da COVID-19, anche in ragione del fatto che, presso l’Asp di Agrigento non sono ancora attivi i reparti di Malattie Infettive e Pneumologia, le due aziende con il consenso dell’Assessorato alla Salute hanno sottoscritto il protocollo d’intesa per mettere insieme le forze nella considerazione di rimodulare e ottimizzare i posti letto di terapia intensiva attualmente disponibili nelle due provincie.

Il protocollo d’intesa è finalizzato a ottimizzare l’allocazione dei pazienti COVID-19 e NO-COVID- 19 con particolare riferimento alla terapia intensiva. Le due Aziende si impegnano, a regime, vicendevolmente secondo una procedura che prevede che l’Asp di Caltanissetta prenderà in carico i pazienti COVID-19 meritevoli di ricovero in Terapia Intensiva provenienti dall’Asp di Agrigento presso i reparti dell’ASP di Caltanissetta destinati ai pazienti affetti da COVID 19 con la seguente allocazione:

  • – 8 Posti Letto di Terapia Intensiva presso il Presidio Ospedaliero di Caltanissetta per i pazienti COVID-19
  • – 8 Posti Letto di Terapia Intensiva presso il Presidio Ospedaliero di Gela per i pazienti COVID-19
  • – 8 Posti Letto di Terapia Intensiva presso il Presidio Ospedaliero di Caltanissetta per i pazienti NO-COVID-19
  • – 8 Posti Letto di Terapia Intensiva presso il Presidio Ospedaliero di Agrigento per i pazienti NO-COVID-19
  • – 8 Posti Letto di Terapia Intensiva presso il Presidio Ospedaliero di Sciacca per i pazienti NO- COVID-19

    Per consentire l’assetto richiesto già da ieri i pazienti in Terapia Intensiva del PO V. Emanuele di Gela sono stati spostati presso la Terapia Intensiva del PO di Agrigento. Oggi verranno completati gli spostamenti e da domani saranno adottate ulteriori misure per essere pronti ad affrontare le situazioni più complesse.

Commenta su Facebook