Tensione tra sindacati e amministrazione al comune di Caltanissetta

658

Per affrontare le problematiche inerenti la stabilizzazione dei precari, i concorsi e l’organizzazione degli uffici del Comune di Caltanissetta, all’incontro chiesto dai sindacati si è presentato l’assessore al personale, Felice Dierna, non il segretario generale né i dirigenti. Questo, almeno, secondo quanto segnalano i sindacati in una nota.

L’Assessore Dierna ha comunicato la sospensione fino al 28 febbraio prossimo di tutte le procedure concorsuali avviate a fine anno 2016. “Il Segretario Comunale, il Dirigente del Personale e il Funzionario dell’Ufficio Legale – puntualizzano i sindacati – non sono intervenuti senza alcuna spiegazione”. Per le sigle sindacali “avrebbero dovuto chiarire in conformità a quali norme sia stato stato modificato il piano triennale delle assunzioni con deliberazione di giunta del 29 novembre scorso e quale motivazione abbia indotto il Dirigente del Personale a pubblicare dei bandi di concorso che prevedono solo la mobilità del personale a discapito del personale interno o di pubblici concorsi”. Le sigle della funzione pubblica di Cgil, Cisl e Uil, unitamente a Ugl, Mgl, Sulpol e Silpol diffidano il comune di Caltanissetta e annunciano l’attivazione dei rispettivi uffici legali “per il controllo da parte degli organi amministrativi superiori degli atti e delle procedure adottati”.

Tra i motivi del malcontento i due bandi pubblicati a fine anno con cui sono passati da due a quattro i posti per mobilità da altri enti.

Commenta su Facebook