Tensione a palazzo del Carmine dopo le rotazioni del personale. I sindacati chiederanno la revoca

1097

A seguito della delibera di ricognizione del personale comunale di Palazzo del Carmine, che dispone una serie di rotazioni di dipendenti degli uffici, si muovono i sindacati dei lavoratori.

Martedì mattina i rappresentanti delle segreterie della funzione pubblica si sono incontrati con le Rsu del Comune di Caltanissetta per discutere il provvedimento adottato dalla giunta. Le rotazioni del personale (al momento si tratta di 66 dipendenti) vengono contestate da numerosi lavoratori e il sindacato potrebbe a breve chiedere la revoca della delibera all’amministrazione. Dal canto suo la Giunta è intenzionata ad andare avanti e tra gennaio e febbraio annuncia un secondo step di rotazioni del personale.

Ad anticipare la richiesta di revoca della delibera è la segretaria Fp Cgil Rosanna Moncada che ha partecipato mercoledì mattina alla riunione.

“Abbiamo concordato, insieme ai colleghi delle altre sigle sindacali, di condividere un documento comune per chiedere all’amministrazione di revocare la delibera del 14 settembre scorso che riteniamo non confacente ai principi di buona amministrazione”, afferma Moncada.

“Non ci opponiamo alla riorganizzazione, ma questa deve avvenire con i criteri di efficienza, efficacia e buona amministrazione. Dopo un’assemblea con il personale chiederemo di essere ascoltati dal Prefetto per far capire qual è il malessere che serpeggia al Comune di Caltanissetta”, afferma la sindacalista della Fp Cgil.

“Il sindacato – conclude –  non concorda sul fatto che la riorganizzazione sia stata fatta all’insegna della prevenzione della corruzione in quanto la legge stabilisce in questo caso principi ben precisi. Chiediamo un incontro per poter concordare il percorso, in modo tale da contemperare le esigenze dei dipendenti con quelle dell’amministrazione”.

Commenta su Facebook