Tennis. Agonismo e fair play al Torneo nazionale per disabili relazionali

192

Sabato 11 e domenica 12 maggio è approdata a Caltanissetta la seconda tappa nazionale del “Torneo di tennis per disabili relazionali”. Il torneo ha visto la partecipazione di atleti provenienti da Biella, San Vito al Tagliamento, Vigevano, Reggio Calabria, Palermo, Bagheria e Caltanissetta e da altre realtà soprattutto del nord Italia che per esperienza e risultati sono all’avanguardia nella pratica sportiva per i disabili. Ma grazie al lavoro del Cobisi Team del tecnico Giuseppe Cobisi, anche la Sicilia avanza nella disciplina del tennis per disabili.

https://www.facebook.com/radiocl1/videos/307134616878738/

Scambi da fondo campo, discese a rete e tanto agonismo all’insegna del fair play. Si è tenuta nei giorni di sabato e domenica nei campi del club Tennis La Baita di Caltanissetta la seconda tappa del torneo di tennis per disabili relazionali. Un’esperienza inedita per la Sicilia che ha coinvolto atleti con disabilità provenienti da ogni parte d’Italia con le rispettive società. A curare il torneo è stato il tecnico Giuseppe Cobisi, fiduciario regionale della Federazione italiana Tennis, tennis in carrozzina e referente per la Sicilia della Fisdir, la federazione sport disabili intellettivo relazionali che aderisce al Comitato paralimpico italiano. Ad organizzare la competizione il Cobisi Team e il circolo Tennis La Baita di cui è presidente Roberto Carrubba.

Il torneo di singolare è stato vinto dal campione italiano in carica Antonello Catalano di Reggio Calabria, in finale contro Carlo Brignoni di Biella. Il doppio è stato vinto dalla coppia Catalano – Brignoni mentre la finale di c-21 è stata vinta da Gabriele Vietti, campione del mondo di categoria, in finale su Alessio Cuccia tesserato con il CobisiTeam.

Commenta su Facebook