Tariffe idriche, nuovo criterio pro-capite: Caltaqua avvia il censimento delle utenze

420

A partire dal primo gennaio 2020 entrerà in vigore la nuova metodologia di definizione della quota variabile del servizio di acquedotto che sarà calcolata sulla base del criterio pro-capite. In vista di questa scadenza, dando anche seguito ad una specifica indicazione dell’ATO CL6 in liquidazione, Caltaqua – Acque di Caltanissetta SpA, gestore del servizio idrico integrato per territorio della provincia di Caltanissetta, ha avviato il censimento dell’utenza.

A tal fine nella prossima fattura, in corso di emissione, oltre alla tradizionale bolletta verrà recapitato anche un modulo che ciascun intestatario di utenza dovrà aver cura di compilare e restituire al Gestore. Tale modulo prevede l’analitica indicazione delle persone che convivono stabilmente con l’intestatario dell’utenza. Grazie a questa autocertificazione, il Gestore provvederà a rimodulare la quota tariffaria in questione che varierà in relazione al numero dei componenti del nucleo residente. La nuova articolazione, pertanto, consentirà di determinare una fattura dei consumi più equa e coerente con la propria situazione effettiva.

Analoga rimodulazione è prevista anche per le utenze condominiali. Pure in questo caso l’amministratore e/o il responsabile dovrà compilare il modulo specifico (anche questo allegato alle prossime fatture).

Qualora entro la data del 31 dicembre prossimo tale comunicazione non sia stata inviata al Gestore, verrà applicata d’ufficio la tariffa relativa ad un unico componente.

Sulla comunicazione allegata alla fattura e sul sito www.caltaqua.it si troverà l’indicazione in dettaglio  della nuova articolazione tariffaria, comprese quelle relative ad una serie di casi specifici ed ai nuclei familiari che versano in stato di disagio economico.

Caltaqua rammenta, infine, che nella fattura in corso di emissione  – relativa al terzo trimestre dell’anno – è stato inserito il conguaglio relativo al 2018.

Commenta su Facebook