Tari e Tasi, Nuovo Centro Destra: “preoccupati dalla decisione della commissione bilancio”

706

(Riceviamo e pubblichiamo) – Leggiamo con preoccupazione delle decisioni del presidente della commissione bilancio Carlo Campione, del quale abbiamo avuto modo di apprezzare l’impegno e determinazione nel gestire la delicatissima fase di questo primo bilancio di previsione, che ha ritenuto di dover trasmettere i regolamenti TARI e TASI in consiglio comunale senza i necessari correttivi, alcuni dei quali richiesti dal NCD nelle scorse settimane.

Campione infatti, arrendendosi alla tempistica ristretta ed alla mancanza di chiarezza delle informazioni provenienti dall’Amministrazione Comunale ha assunto la decisione di abdicare dal ruolo di direzione politica dei lavori, prerogativa del presidente della Commissione bilancio, ed affrontare direttamente in aula le questioni, senza la necessaria preparazione tecnica degli atti che attiene alla commissione competente.

Il NCD non e’ purtroppo rappresentato nella commissione bilancio, ma ritiene che una tale decisione può concretizzare il pericolo di un esame sommario dei provvedimenti, privo della serenità necessaria ad intraprendere le giuste scelte sulle questioni di spending rewiew che avevamo già richiesto senza successo nelle scorse settimane. Ciò porterebbe a varare provvedimenti non metabolizzati e condivisi, in un momento storico dove più che mai l’aumento della tassazione dovrebbe essere solo l’estrema ratio, e dove il tema delle famiglie numerose è solo uno tra i tanti che abbiamo posto con tanto grande quanto inascoltato spirito di collaborazione.

L’appello di Campione e Licata al ragioniere generale per trovare una risposta all’importante, ma non unico problema delle famiglie numerose, è emblematico della mancanza di dialogo dell’amministrazione con la propria maggioranza consiliare, e la conferma dell’assoluta mancanza di programmazione politica effettuata dall’amministrazione in questo bilancio, interamente affidato alla burocrazia, e che risponde alla mera esigenza di far quadrare i numeri, al solo vantaggio di progetti voluttuari che nulla hanno a che vedere con le reali esigenze della città.

Il NCD chiederà con forza tramite la propria rappresentanza consiliare, di riportare gli atti in commissione e lavorare affinché arrivino in aula con i necessari correttivi atti a scongiurare una approvazione d’ufficio da parte del Consiglio, che nelle condizioni attuali avrebbe delle gravi conseguenze sulla cittadinanza.

Commenta su Facebook