Tari, Aiello (Lega): “Il bilancio venga rispedito al mittente affinché elimini l’aumento”

200

“Il bilancio arrivato in Commissione venga rimandato indietro affinchè la Giunta grillina elimini realmente e non a chiacchiere l’aumento del 25% della tassa rifiuti”. Lo ha chiesto il Consigliere della Lega, Oscar Aiello, durante l’ultima seduta di IV Commissione dedicata alla trattazione del bilancio di previsione 2020-2022.

“Il Sindaco Gambino ha affermato pubblicamente che la proposta di delibera 172 del 31/12/2019 sull’aumento TARI 2020 è stata sospesa, ma il bilancio di previsione arrivato in IV Commissione richiama in maniera inequivocabile quella delibera di aumento, che è un allegato del bilancio e rappresenta un pilastro portante dello stesso, senza il quale andrebbe in squilibrio” – fa sapere il Commissario Provinciale della Lega che aggiunge: “Siamo contenti che dopo la raccolta firme della Lega, con la quale abbiamo chiesto di non aumentare la TARI, il M5S abbia cambiato idea, però sono due le cose: o la sospensione dell’aumento annunciata dal Sindaco è aria fritta, l’ennesima carnevalata del M5S, oppure il bilancio deve essere rivisto e modificato senza il formale inserimento di quelle tariffe maggiorate del 25%. Con l’annuncio della sospensione – conclude il Consigliere Oscar Aiello – l’Amministrazione grillina ha dimostrato di avere le idee confuse, per questo motivo ho chiesto in Commissione che il bilancio venga rispedito al mittente fino a quando il M5S non faccia chiarezza con se stesso: vuole o non vuole l’aumento? La delibera di Giunta 172 non può rimanere sospesa sine die, pertanto il Sindaco l’annulli e rimandi in Commissione il bilancio di previsione con le dovute correzioni”.

Commenta su Facebook