Sulle Unioni Civili Pagano rompe con Ncd. Il deputato nisseno si sospende dal partito

1677

Il deputato nisseno Alessandro Pagano si sospende dal Ncd di Alfano, partito del quale Pagano è uno dei fondatori. La decisione annunciata a margine del voto sulle Unioni Civili, legge osteggiata dal deputato nisseno, esponente del mondo cattolico.

“Avevamo tre punti nel nostro partito su cui avevamo impostato tutto il lavoro originario: c’era la stepchild adoption, c’era la clausola di equipollenza fra unioni civili e matrimonio etero, c’era l’orribile pratica dell’utero in affitto in prospettiva. A due minuti dall’approvazione della legge, ci ritroviamo con le larghe maglie che consentono già di fatto la stepchild adoption; ci ritroviamo con l’equipollenza che è totale, stessi riti, stessi doveri, ergo stessi diritti, e quindi con la possibilità anche di poter adottare”, ha detto Pagano in aula.

Il deputato nisseno aveva proposto un ordine del giorno, poi bocciato dal Pd, sul reato universale dell’utero in affitto.

Pagano ha anche denunciato “sperequazioni spaventose”. “Basti pensare a quella che è la posizione delle coppie etero in stabile convivenza che non avranno la reversibilità, che invece avete dato alle unioni civili omo; e basti pensare anche a tutti gli errori marchiani (ce ne sono a decine), come è stato fatto rilevare dal Comitato per le elezioni in maniera bipartisan e anche dai giuristi. A questo punto siamo nelle mani del Presidente Mattarella che non può non prendere atto di questa lacerazione del Paese che si è prodotta in maniera chiara ed evidente per una legge che è stata voluta da una minoranza”.

“Vi ricordo – ha attaccato Pagano – che con la legge del Porcellum questo Parlamento è dopato, voi non rappresentate assolutamente il Paese”.

Quindi il deputato Pagano ha annunciato la propria sospensione da Ncd ricevendo gli applausi in aula di deputati dei gruppi Forza Italia – Il Popolo della Libertà – Berlusconi Presidente e Lega Nord e Autonomie-Lega dei Popoli-Noi con Salvini

Commenta su Facebook