Sturzo firma con i candidati "il Patto Etico" anti ribaltone e per taglio indennità

524

Sturzo Presidente - i candidati Martedì 23 ottobre alle ore 11,00 presso la Sala Gialla del Comune di Caltanissetta Gaspare Sturzo, candidato alla Presidenza della Regione Siciliana, insieme ai candidati della Provincia nissena all’Assemblea Regionale per la lista “Sturzo Presidente”, Alfredo Caputo, Salvatore Giambarresi, Salvatore Sauna e Giuseppina Territo hanno sottoscritto il Patto Etico con i cittadini siciliani.

La volontà di sottoscrivere un Patto Etico con gli elettori, ha spiegato Gaspare Sturzo, intende rappresentare la necessità di voltare pagina rispetto allo stile ed ai contenuti dell’agire politico attuale. Specificare, infatti, gli obblighi generali di diligenza, lealtà, onesta, trasparenza a cui tutti i candidati devono attenersi, a partire dal candidato a Presidente della Regione, significa vincolare ad un patto di onore l’azione politica.

Simbolicamente, ha continuato Sturzo, per l’evento è stata scelta la città di Caltanissetta perché rappresenta il cuore di una Regione offesa dalla mala-politica delle clientele e dell’affarismo che può riscattarsi solo se l’azione di governo riconoscerà ai cittadini un ruolo determinante nelle scelte dei provvedimenti che li riguardano. Ma questo si potrà innescare solo se i cittadini stessi vorranno realmente esercitare il ruolo di protagonisti nella promozione di una concreta alternativa di governo. L’alternativa si costruisce partendo dalla valorizzazione della centralità della persona e del suo habitat, del perseguimento del bene comune, della competenza, della trasparenza, delle buone prassi amministrative e della partecipazione civica.

Le Istituzioni, così, saranno luoghi del confronto e della condivisione e non campi di battaglia per affaristi e speculatori.

L’impegno che i candidati della lista “Sturzo Presidente” hanno voluto sancire è quello di vincolarsi nell’essere espressione dei Movimenti civici, dell’associazionismo, del volontariato che rappresentano la base della nuova organizzazione sociale e politica delle comunità territoriali.

Ecco una breve sintesi di quanto prevede il Patto Etico sottoscritto.

I candidati della lista “Sturzo Presidente” si impegnano:

Nell’attesa che sia accolta nella legge elettorale la richiesta di inserimento di norme “antitraghettamento”, a farsi promotori di una legge regionale che preveda che gli eletti, pena la decadenza dal ruolo istituzionale ricoperto, siano tenuti a non tradire il patto stipulato con gli elettori, non rinnegando la propria appartenenza politica per l’intero mandato.

Inoltre, qualora eletti,

nello spirito di servizio nei confronti delle comunità territoriali, vorranno immediatamente impegnarsi a contenere gli emolumenti percepiti entro i livelli medi degli stipendi riconosciuti, per le funzioni svolte, agli impiegati pubblici, devolvendo una quota dei compensi per la costituzione di un “Fondo famiglie in difficoltà” promosso dai responsabili dei Movimenti Civici (Intesa Civica Solidale, Italiani Liberi e Forti, Italia Giovane Solidale) componenti della lista “Sturzo Presidente costitutive il Polo Civico per la Sicilia.

Movimento “Intesa Civica Solidale” per il Polo Civico Lista “Sturzo Presidente”

Commenta su Facebook