Studenti pendolari 'appiedati il primo giorno di scuola'. Avanguardia Studentesca incontra Sais

821

I ragazzi di Avanguardia StudentescaIl primo giorno di scuola per gli studenti dell’Hinterland è iniziato in un modo alquanto brusco. Quest’anno infatti, la società del trasporto pubblico non ha istituito le corse dedicate agli studenti, ovvero autobus ad orari utili per raggiungere la scuola in tempo per l’inizio delle lezioni. Da Serradifalco sono venute a mancare ben tre corse che l’anno scorso venivano utilizzate dagli studenti che a decine sono invece rimasti a piedi, costretti a chiamare i genitori per raggiungere il capoluogo. Un disagio abbastanza pesante che ha richiamato l’attenzione di Avanguardia studentesca Caltanissetta impegnata proprio in questi giorni nell’iniziativa del Mercatino del libro usato. Una delegazione composta dai dirigenti Alessio Verdone, Giuseppe Fiocco e Fabrizio Parla ha incontrato il Responsabile del movimento Sais trasporti di Caltanissetta Signor Barbera il quale ha manifestato la situazione di grande difficoltà in cui versa la società gestita da Palermo che sta facendo una protesta a livello regionale contro i tagli fatti ai trasporti fatti dal dimissionario Governo Lombardo. I giovani di Avanguardia hanno pertanto chiesto al dirigente di impegnarsi affinchè il trasporto per i pendolari ricominci in modo regolare da lunedì. In una nota Fabrizio Parla Presidente Giovane Italia afferma che la “la protesta della Sais trasporti è il sintomo della grave difficoltà in cui versa la società di trasporti che esplica un servizio eccellente nella nostra provincia, chiediamo che il prossimo governatore della sicilia garantisca i servizi di trasporto che ad oggi versano in situazioni di grave deficit per i costi della benzina e di manutenzione, tali trasporti sono necessari per gli studenti pendolari che hanno il diritto ad usufruire di questo servizio” pubblico, conclude Parla.

Commenta su Facebook