Studenti, ma anche scolari, in visita guidata alla mostra sulla 1ª Guerra Mondiale, conclusasi a palazzo Moncada.

2078

Si è conclusa martedì 10 marzo, a Palazzo Moncada, la mostra sulla 1ª guerra mondiale organizzata dal Prefetto di Caltanissetta Maria Teresa Cucinotta e allestita dal Comando Regione Militare Sud.
I bambini della 4ª e 5ª classe dell'Istituto Comprensivo  Antonino Caponnetto (3)Moltissimi  i visitatori tra cui circa settanta classi di studenti, tra elementari medie e superiori, che hanno avuto la possibilità di vedere foto e documenti dell’epoca che, sicuramente hanno integrato e fissato nelle loro menti, i fatti studiati sui libri di storia.
Dobbiamo tutti ammettere che vedere le immagini dei giornali dell’epoca come “Il Giornale di Sicilia” e “La Domenica del Corriere”, con i loro titoli crudi e impietosi, ci ha fatto senso e ci ha spinti a fare mente locale sui sacrifici che i combattenti – quale che sia stato lo schieramento bellico – hanno dovuto affrontare.
Non c’è alcun dubbio che, per gli studenti, poter visitare una mostra sulla cosiddetta “Grande Guerra”, dopo averla studiata a scuola, ha una grande valenza sul piano culturale ma anche sul piano umano. Ci riferiamo agli studenti delle Scuole medie Superiori che abbiamo incontrato e con i quali abbiamo scambiato qualche opinione.
Qualche perplessità ci sia consentito esprimere sulla utilità di fare visitare la mostra ai bambini delle scuole elementari. Cosa potranno mai Andrea Meli e Samuel Inglese della  5ª SIA Ragionieriaaver recepito dei bambini che stavano lì a guardare perché c’erano le loro maestre. Compito ingrato quello dei due sottufficiali che illustravano le foto e cercavano di far capire ai bambini il significato – per esempio – di una brevissima ma significativa poesia di Giuseppe Ungaretti, dal titolo “Soldati”, che recita: “si sta come d’autunno sugli alberi le foglie” intendendo dire che – come le foglie – si poteva “cadere” da un momento all’altro.
“Non è stato un giorno di vacanza – ci dicono Samuel Inglese e Andrea Meli della 5ª Ragioneria – ma un giorno sicuramente istruttivo”.
Intervista congiunta a Samuel Inglese e Andrea Meli della 5ª A Ragioneria – SIA
 

Soddisfazione  è stata espressa anche dal presidente della Società Nissena di Storia Patria,  Antonio Vitellaro, che ha contribuito fattivamente al successo della lodevole iniziativa.
 

Commenta su Facebook