Strisce blu "vitali per i commercianti". Il Centro Commerciale naturale "stoppa" Confesercenti

1276

Due sigle di associazioni di commercianti, Confesercenti e Fapi, avevano contestato duramente le modalità di gestione delle strisce blu per i parcheggi a pagamento.
Soprattutto il direttore di Confesercenti, Michele Giarratano, che aveva parlato di “inconcepibile categoria degli Ausiliari del Traffico (meglio posteggiatori), frutto di politiche clientelari (per lo più sprezzanti delle sacrosante lamentele di una cittadinanza indignata), totalmente ignoranti delle regole del Codice della Strada e finanche del Codice Penale”.
Adesso i commercianti del Centro commerciale naturale Centro Storico danno l’altolà e dicono che le strisce blu “sono vitali per i negozianti, non vanno tolte”.
Un perentorio stop del centro commerciale naturale “Centro Storico” alla proposta di abolire le strisce blu a Caltanissetta come suggerito dal direttore di Confesercenti Michele Giarratano e dal responsabile Fapi, Rossella Cembalo .
“La sosta a pagamento è vitale tanto per le attività commerciali quanto per il Comune – dice Alfredo Scarantino, presidente del consorzio che raggruppa i negozianti del centro storico”. “Non condividiamo le posizioni delle due associazioni in quanto a nostro parere le strisce blu consentono una veloce turnazione dei parcheggi, e quindi un ricambio di auto e persone che decidono di scendere in centro per gli acquisti, così come di riflesso il pagamento della sosta è un introito per le casse del Comune. Ecco perché siamo contrari all’idea di eliminare le strisce blu – aggiunge Scarantino a nome del Centro commerciale naturale “Centro Storico” – casomai vanno aumentati i controlli per sanzionare eventuali comportamenti scorretti nella vigilanza delle aree a pagamento”.
Anche la SIS, società che gestisce il servizio comunale, aveva contestato le affermazioni di Giarratano invitandolo a denunciare alle autorità preposte eventuali abusi.

Commenta su Facebook