Strisce blu, polemica sui costi per il pagamento con Easy Park. Peruga: “Avviate verifiche”

2761

Pagare il parcheggio sulle strisce blu è diventato più facile a Caltanissetta con l’app per smartphone e tablet “Easy Park” società colosso del settore, con cui la ditta affidataria della gestione delle strisce blu a Caltanissetta, la “Blu Line service Srl”, ha siglato una convenzione.

Nei giorni scorsi sui social è finita la polemica sui costi per tale servizio che pare sia di 0,24 centesimi per ogni operazione. Polemica dovuta al fatto che in altre città il costo dell’operazione è in alcuni casi molto inferiore.

“Abbiamo chiesto noi di fornire due modalità di pagamento, oltre il parcometro tradizionale”, spiega il comandante della Polizia municipale Diego Peruga che ha però avanzato una contestazione alla ditta. Prima di attivare la seconda modalità di pagamento non ha avvertito il comune e per questo potrebbe scattare una penalità. Il costo di 0,24 centesimi non va né al comune né alla ditta affidataria ma alla stessa Easy Park e serve a pagare i costi di transazione bancaria per ogni operazione.

Peruga spiega comunque che la vicenda è oggetto di una contestazione al concessionario. “E’ stato detto loro che va bene la modalità dell’applicazione, che dà un buon servizio e consente di utilizzare soltanto il credito per l’effettiva sosta, ovvero per quello che si utilizza, ma non ci devono essere costi aggiuntivi, in quanto non è un opzione, ma un obbligo contrattuale”.

La ditta ha riscontrato la contestazione spiegando che non è possibile azzerare i costi, in quanto sono costi di transazione di servizi bancari.

“Allora – aggiunge Peruga – dobbiamo ragionare sull’applicazione di un costo minimo”.

I costi di transazione che Easy Park applica sono diversi in base alla grandezza delle città, per incidenza anagrafica e numero di stalli a pagamento. Più grandi sono le dimensioni della città, maggiori le economie di scala e minori i costi di transazione applicati.

In linea generale si va da 0,06 centesimi a 0,24. Caltanissetta risulta quindi una città con tariffa massima a fronte però di altri centri analogamente non grandi, come Canicattì, dove i costi di transazione sono inferiori.

“Sul costo della transazione stiamo facendo ulteriori verifiche e approfondimenti”, asicura il comandante della Pm Peruga.

Al 1° marzo, dopo pochi giorni dall’attivazione sono state più di 170 gli automobilisti che a Caltanissetta hanno utilizzato il pagamento elettronico delle strisce blu e sono prevalentemente pendolari. Oltre a scaricare l’App su smartphone, per utilizzare la modalità di pagamento elettronico con Easy Park l’utente deve attendere che gli venga spedito il bollino adesivo da attaccare al parabrezza dell’auto. Solo così l’ausiliario del traffico potrà riconoscere l’utente la cui targa è già inserita in un database collegato con il software che in tempo reale segnala se il pagamento per il parcheggio è stato effettuato.

Commenta su Facebook