Stop campanilismi. Caltanissetta e San Cataldo collaboreranno su sanità, trasporto pubblico, miniere

1581

Una “seduta” di Giunta Municipale insolita quella che si è svolta a Palazzo del Carmine: l’Amministrazione attiva di Caltanissetta ha incontrato quella di San Cataldo. Presenti i Sindaci Giampiero Modaffari e Giovanni Ruvolo, gli assessori Aldo Riggi e Maria Concetta Naro per il Comune di San Cataldo, e gli assessori Amedeo Falci, Piero Cavalieri e Luigi Zagarrio per il Comune capoluogo. La riunione ha permesso alle Amministrazioni di condividere una serie di punti programmatici.

Migliorare il livello dei servizi sanitari, attraverso il potenziamento del pronto soccorso dell’ospedale “Sant’Elia” di Caltanissetta ed il mantenimento e miglioramento dei servizi esistenti presso il presidio ospedaliero di San Cataldo. Ritorna di attualità la vecchia idea di condividere il trasporto pubblico tra i due centri abitati, rispolverando il progetto della metropolitana di superficie. In questo contesto va vista l’idea di condividere il Piano Regolatore Generale delle aree comprese tra le due città. Infine gli Amministratori dei due Comuni hanno condiviso la necessità di avviare un distretto geominerario in virtù della comune storia estrattiva dello zolfo nelle miniere di Caltanissetta e di sali potassici nella miniera Bosco Palo a San Cataldo.

scritteE come primo effetto della giunta allargata ai due comuni, nella stessa giornata di martedì il sindaco Modaffari ha fatto rimuovere le scritte ingiuriose contro  Caltanissetta, presenti di fronte la clinica Regina Pacis.

Dopo qualche decennio dallo loro scritta, ho fatto cancellare le frasi offensive contro Caltanissetta e Licata poste sul muro dell’abitazione ubicata di fronte all’ingresso della clinica Regina Pacis. Il rispetto prima di tutto!”, scrive il sindaco Modaffari.

Commenta su Facebook