Stop al voto nelle ex Province. Musumeci non ci sta e annuncia emendamento per martedì prossimo

688

Il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, manifesta la sua contrarietà allo stop al voto per il rinnovo degli organismi di governo delle ex Province regionali votato dall’Ars e annuncia un provvedimento per ripristinare la data del 30 giugno per le elezioni di secondo livello.

“Ieri il Parlamento, nella sua sovranità, ha ritenuto di rinviare la data delle elezioni provinciali, già fissata per il 30 giugno – afferma Musumeci -. Non posso in alcun modo condividere il posticipo di un anno delle elezioni di secondo livello e la permanenza di commissari, senza così dare possibilità alle comunità locali di essere coinvolte nella gestione degli enti intermedi. Per questa ragione, il governo proporrà un emendamento già nella seduta di martedì prossimo, ben prima che la norma approvata ieri possa essere promulgata”. Lo afferma in una nota il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, dopo l’ok a un emendamento che ieri ha rinviato di un anno le elezioni di secondo livelli nelle ex Province. “Ho sempre contestato l’elezione di secondo grado e rivendicato il diritto del cittadino a eleggere direttamente il presidente della ex Provincia – aggiunge Musumeci -. Ma la legge vigente, ancorché non condivisa, va rispettata, anche dal Parlamento siciliano”.

Commenta su Facebook