Stanco dell’isolamento organizza barbecue con i vicini. Tutti sanzionati, uno denunciato per resistenza

1904

I poliziotti della sezione volante hanno denunciato alla locale Procura della Repubblica un nisseno quarantenne per il reato di resistenza a pubblico ufficiale. Nella tarda serata di ieri l’equipaggio di una volante, nel corso dei servizi di controllo del territorio finalizzati al contenimento del contagio del Covid-19, è intervenuto in un’abitazione del quartiere Santa Croce, nel centro storico cittadino, dalla quale proveniva un forte odore di carne arrostita, una coltre di fumo di brace e un festoso vocio di persone.

All’interno di un cortile i poliziotti hanno sorpreso quattro persone sedute attorno a un tavolo imbandito che arrostivano carne, carciofi e altri alimenti. Nel corso dell’identificazione dei commensali, il padrone di casa, un quarantenne gravato da precedenti giudiziari, è andato in escandescenza, imprecando e scaraventando i piatti di ceramica e una bottiglia di olio all’indirizzo degli agenti. I poliziotti per calmare l’uomo, che per tutto il tempo dell’intervento si è maldestramente dimenato scalciando e opponendo resistenza, hanno dovuto bloccarlo coattivamente. Una volta riportato l’esagitato alla calma, lo stesso è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale. Tutti e quattro i partecipanti alla cena, che hanno dichiarato di trovarsi nell’abitazione del vicino per trascorrere allegramente la serata, perché stanchi della permanenza forzata in casa, sono stati sanzionati amministrativamente per violazione delle misure di contenimento del Covid-19.

Commenta su Facebook