Stalking e violenze, arrestato 43enne nisseno. Calci e pugni alla ex, dopo aver sfondato la porta

446

Tratto in arresto nella flagranza di reato di atti persecutori e lesioni personali, ovvero per stalking, Michele Rizzo di 43 anni, con precedenti specifici per atti persecutori, lesioni personali e reati concernenti gli stupefacenti.

Nella tarda serata di lunedì, la richiesta di aiuto da parte di una donna di 44 anni al 113 della Polizia. Presso la sua abitazione di Via Libertà, veniva segnalata la presenza dell’ex convivente, ubriaco, che con la scusa di ritirare degli effetti personali, dopo aver preso a calci e pugni la porta d’ingresso dell’abitazione, ha colpito la donna con un pugno al viso.

Una volta all’interno dell’abitazione l’uomo ha continuato a colpire la donna con calci e pugni, insultandola pesantemente. La vittima, che abita con la propria madre anziana e malata, è stata inizialmente difesa da un amico dell’aggressore che si era recato sul posto solo per accompagnare Rizzo, senza immaginare l’epilogo. E’ stato l’amico dello stalker a frapporsi tra i due. Giusto il tempo che arrivassero i poliziotti del 113, che hanno bloccato Rizzo, peraltro in possesso di 15 grami di hascisc e quindi arrestato anche per questo reato.

La donna, trasportata presso il pronto soccorso dell’ospedale Sant’Elia, sottoposta a cure mediche, ha riportato lesioni al naso alle labbra e un trauma cranico, giudicati guaribili in 10 giorni.

Commenta su Facebook