Stabilizzazione precari Comune di Santa Caterina, il sindacato Snalv: “Incredibile, i funzionari disattendono il volere del sindaco”

249

Nota del segretario provinciale del sindacato Snalv Confsal, Manuel Bonaffini, che di seguito pubblichiamo:

Disattese dai funzionari comunali le indicazioni politiche del sindaco di Santa Caterina Villarmosa Antonino Fiaccato; questi i fatti: il sindacato SNALV Confsal, nel corso di un incontro tenutosi il 16 Ottobre scorso presso i locali adibiti ad uffici comunali, ha chiesto al sindaco Fiaccato la propria disponibilità ad avviare le procedure per la stabilizzazione del personale precario, in servizio presso il comune di Santa Caterina Villarmosa, ai sensi dell’art. 20 del D.Lgvo 75/2017; la segretaria comunale, convocata dallo stesso Sindaco, si è dichiarata disponibile a fornire all’Amministrazione la documentazione preliminare per avviare il processo di assunzione straordinaria di personale – ricordiamo che Santa Caterina a fronte delle 47 unità di personale previsto in pianta organica, dispone di sole 24 unità, delle quali circa il 20 % andrà in pensione il prossimo anno – il confronto con i sindacati, previsto anche nella circ. 3/2017, era stato programmato per venerdì 26 Ottobre; nonostante ciò, dopo che il sindaco convocava tutto il personale interessato per le ore 11:30 presso il proprio Ufficio, si è appreso che la documentazione più volte chiesta alla stessa Segretaria Comunale non era disponibile, ma che, potevamo stare tranquilli dato che gli Uffici di Segreteria e Finanziario erano, alacremente, al lavoro per produrre la documentazione richiesta.

Manuel Bonaffini, Segretario Territoriale dello SNALV Confsal, pur non avendo motivo di dubitare di ciò che il Sindaco ha più volte affermato e cioè la volontà, sua e di tutta l’Amministrazione Comunale, di procedere al superamento del precariato nel proprio Comune, così come diversi altri sindaci stanno facendo, dichiara di essere rimasto allibito dalla notizia. Infatti, non si è mai verificato, continua Bonaffini, che la volontà politica di un Sindaco, regolarmente eletto dalla sua cittadinanza, venga messa da parte per chissà quali altre urgenze amministrative e si chiede: ma cosa ci può essere di più urgente in un comune se non dotare la macchina amministrativa delle necessarie unità di personale per consentire ad un sindaco di amministrare dando le necessarie e dovute risposte ai propri elettori?

Il sindacato SNALV Confsal rimane comunque fiducioso che il sindaco Fiaccato, conosciuto come persona che mantiene fede agli impegni presi, porti avanti questo progetto che consentirebbe al proprio Ente di prendere una boccata d’ossigeno e, allo stesso tempo, ai dieci precari di entrare a pieno titolo, dopo oltre vent’anni di servizio,  nei ranghi comunali dando il proprio contributo alla realizzazione del progetto politico dell’Amministrazione. Voglio sperare, afferma Bonaffini, che non si tratti di una azione dilatoria che si spinga oltre il 31 dicembre di quest’anno e che si traduca, alla fine, in un nulla di fatto, vanificando tutte le azioni fin qui portate avanti dai lavoratori, dallo SNALV Confsal e dal Sindaco Antonino Fiaccato.

 

Commenta su Facebook