Ss640, tutti i dubbi e i ritardi circa le opere di compensazione. Mannella: “apertura bretella forse a maggio 2016”

1648

La consigliera di Caltanissetta Protagonista, Oriana Mannella torna sulle opere di compensazione collegate al raddoppio della SS 640 con le controdeduzioni alla risposta dell’amministrazione alla sua interrogazione consiliare di fine giugno.

Oriana Mannella“Al di là della compiuta realizzazione delle opere di compensazione, premette la Mannella – rimane vivo il grosso “nodo” del cronoprogramma dei lavori della SS640 che procedono più lentamente del previsto”. In relazione alla data del 4 dicembre 2015 indicata quale ultima scadenza per la riapertura del tratto a quattro corsie di quattro chilometri che va dal bivio per Santa Caterina fino alla bretella di ingresso della A19, la consigliera rivela che “sembrerebbe che questa data verrà spostata al maggio 2016 con l’aggravante che, a causa della realizzazione del nuovo svicolo, si ventila la possibilità di una chiusura del vecchio svincolo tra 640 e A19 con deviazione ad Enna dei veicoli diretti a Caltanissetta e provenienti d aPalermo, e a Ponte Cinque Archi di quelli provenienti da Catania”.

Riguardo alle opere di compensazione: il Giardino della Legalità nel quartiere San Luca, il cui progetto, nelle parole dell’amministrazione, è stato rielaborato e si aspetta l’avvento della stagione autunnale per le nuove piantumazioni, la Mannella esorta “l’ufficio tecnico a vigilare sulla qualità delle terre utilizzate”.

Sull’attivazione del tavolo di progettazione del Parco Balate, “l’Amministrazione non è stata in grado di fissare tempi e scadenze dell’iter autorizzativo e di quello realizzativo”.

Quindi il capitolo della Circonvallazione che dovrebbe congiungere la via Rochester con la parte alta della città, opera sulla quale non è stata completata da parte di Empedocle 2 la progettazione definitiva. “Anche per quest’opera – afferma la consigliera – l’Amministrazione non è stata in grado di fissare tempi e scadenze dell’iter”. Per quanto riguarda la messa in sicurezza definitiva della discarica di contrada Stretto, l’Amministrazione ha comunicato che la Empedocle 2 ha redatto un progetto di “Messa in sicurezza d’emergenza e chiusura definitiva”, ma in tal senso la Mannella manifesta dubbi sulla possibilità di chiudere la discarica senza un progetto di caratterizzazione della stessa.

Dubbi confermati dalle risultanze della Conferenza dei Servizi del 4 agosto che è andata semi deserta e da cui sono emerse parecchie criticità circa le procedure da seguire per arrivare ad una risoluzione del problema, visti anche gli alti costi preventivati, pare, di oltre 10 milioni di euro. Maggiori certezze sulle opere di urbanizzazione di Pian del Lago che saranno completate entro il 31 ottobre prossimo.

Sul bivio Santa Caterina – Xirbi, infine per la consigliera di Caltanissetta Protagonista, “la società Empedocle 2 non ha alcuna intenzione di intervenire ad alcun titolo nella progettazione e realizzazione dell’opera” che “necessita di un finanziamento extra da parte del Ministero delle Infrastrutture” per un’opera che costerebbe 5 milioni di euro.

Commenta su Facebook