Ss640. Apre nuovo tratto in contrada Favarella. Da Caltanissetta sud ad Agrigento senza deviazioni

1497

Un nuovo tratto della Ss640 è stato aperto nel primo pomeriggio di oggi in contrada Favarella per circa 3 chilometri che si uniscono ai 2 chilometri aperti la scorsa settimana. Il nuovo tratto è al momento a doppio senso e consente di percorrere la Ss640 tra le gallerie Papazzo e Favarella senza costringere gli automobilisti a deviazioni su viabilità secondaria.

“Un altro tassello verso la fine dei lavori”, ha commentato il viceministro alle Infrastrutture, Giancarlo Cancelleri, nel corso di una diretta Instagram in collegamento con il sindaco, Roberto Gambino, che si trovava sul posto.

“Dallo svincolo di Caltanissetta sud fino ad Agrigento la Ss640 è adesso completamente aperta” ha detto Gambino sottolineando che anche sull’altro versante dello svincolo Caltanissetta nord i lavori sono ripresi.

Intanto è stato fissato per sabato 21 dicembre alle 10 a Palazzo del Carmine l’appuntamento per la firma dell’affidamento “ponte” dei lavori dalla Cmc al Consorzio Italia, una filiera di imprese che hanno lavorato nel cantiere del raddoppio, molte delle quali aderenti al comitato creditori della Cmc per le opere pubbliche in Sicilia. Saranno loro a prendere in mano le redini del cantiere a partire dallo svincolo Caltanissetta sull’A19.

“In questo modo a gennaio si parte dall’innesto dell’A19 in attesa che si perfezioni la perizia di variante, quest’ultima necessaria per intervenire sulla galleria Caltanissetta (il traforo di 4 chilometri buona parte dei quali si trova nel territorio del capoluogo, ndr.) che è il vero nodo. Non ci sono tagli di nastri ma soltanto fatti per dimostrare che i lavori sono veramente ripartiti”, commenta Cancelleri.

Molte delle aziende del Consorzio Italia con la pubblicazione avvenuta lunedì in Gazzetta ufficiale del decreto ministeriale che dà attuazione al fondo “salva opere” hanno la prospettiva di recuperare una parte dei crediti insoluti nei confronti del contraente generale. “Quello esitato dal Governo è un provvedimento importante per il territorio – sono le parole del sindaco di Caltanissetta – perchè tutte queste aziende sono del nostro comprensorio e per la nostra economia sarebbe stata una mazzata terribile”.

Commenta su Facebook