Spese pazze, Parlamento indagato. "Avviso" per Rudi Maira, indagati Donegani e Speziale

De Luca ed i fac simile di 500 euroA Miguel Donegani contesterebbero oltre 5 mila euro, a Michele Donato Donegani, altri 10 mila euro, 5 mila a Lillo Speziale. Sono queste le prime cifre che emergono dall’inchiesta della Procura di Palermo sulle spese pazze dell’Ars fatte con i soldi dei gruppi parlamentari.

Maira Rudi PID CantiereDonegani manifesto elettoraleNessuna cifra, al momento, è stata riferita all’ex parlamentare e capogruppo del PID-Cantiere popolare, Rudi Maira, che ha (anzi avrebbe, visto che al momento si tratta di indiscrezioni giornalistiche scaturite dopo l’intervento in aula dell’ex capogruppo PD, Cracolici) ricevuto l’avviso di garanzia in quanto capogruppo, così come è stato inviato ad altri 12 capigruppo della passata e dell’attuale legislatura. 83 gli indagati in tutto, quasi tutti parlamentari, tranne sei assistenti e due portaborse.

C’è di tutto nelle spese pazze dei gruppi parlamentari all’ars. Dai gioielli alla biancheria intima griffata, dalle Luis Vuitton all’albergo, alle multe prese da parlamentari, ma anche regali per la nascita dei figli di colleghi parlamentari. Regali pagati con i soldi dei cittadini.

Tra le cifre più alte quelle spese da Francesco Rinaldi del PD, oltre 40 mila euro e anche del segretario regionale Giuseppe Lupo, anche lui indagato per 40 mila euro.

Tra gli indagati anche CAteno De Luca, ex parlamentare che decise di farsi campagna elettorale anche tra le vie di Caltanissetta vestito in abiti tradizionali siciliani, distribuendo i “fausi”, soldi falsi (nella foto)

Tra gli indagati, per una cifra di circa 3 mila euro, anche il deputato nazionale Davide Faraone, componente della Segreteria Renzi, con delega Welfare.

Commenta su Facebook