Spazi pubblici "ricettacolo di immondizia". Il Pdl a Campisi. "Imponga interventi urgenti".

706

Il consigliere Giuseppe Territo - Aiello AvernaIn questi ultimi tempi, per  troppi intoppi burocratici, la città è stata invasa da erbacce per la mancata potatura degli alberi. Il mancato utilizzo delle aree a verde e strutture sportive di quartiere che sono diventate ricettacolo di immondizia e cagionato continue e legittime lamentele di cittadini e associazioni di cittadini, hanno portato gli stessi a richiedere la pulizia o addirittura l’affidamento delle aree per gestirle in proprio o per avviare strutture sociali e sportive ecc..

Il gruppo consiliare del PDL chiede all’amministrazione e in particolare al Sindaco Michele Campisi, con interventi urgenti, di prevedere prima dell’inizio dell’estate, in collaborazione con i consiglieri comunali che ben conoscono il territorio e hanno i giusti rapporti con i cittadini ed i quartieri, imponendo agli assessori e soprattutto ai dirigenti di programmare, progettare e realizzare tutta una serie di interventi urgenti, necessari e improcrastinabili sia per la salute e il decoro della città e sia per la realizzazione, l’avvio o il riavvio di strutture sociali, giochi, giardini e parchi, illuminazione, messa in sicurezza e riparazione delle strade, sistemazione del Monte San Giuliano, sistemazione delle strutture di quartiere.

Inoltre il gruppo consiliare del PDL ritiene necessario in quest’ultimo anno di legislatura rinsaldare le fila dei gruppi e dei consiglieri, che hanno sostenuto e sostengono l’amministrazione, con riunioni periodiche che servono a verificare il lavoro svolto ma soprattutto a programmare le iniziative da prendere in quest’ultimo scorcio di legislatura, aprendo la discussione, sugli argomenti più importanti e necessari al soddisfacimento dei bisogni della collettività (risposte sociali alle povertà, sviluppo economico, aiuto ai giovani e alle imprese, rifiuti, università ecc…), alle forze politiche e ai singoli consiglieri presenti in Consiglio Comunale.

Il Gruppo del PDL

Commenta su Facebook