Sparatoria in contrada Canicassè. E’ caccia a una banda di rumeni specializzati in furti

1333

 

Sparatoria nella notte a Caltanissetta. La Polizia si imbatte in una banda di rumeni dediti ai furti che non hanno esitato a fare fuoco contro gli agenti per sfuggire alla cattura. Uno dei tre fuggitivi è stato fermato, è un romeno con precedenti specifici. Ritrovate tre auto rubate, oggetti da scasso e calzamaglie.

Una sparatoria tra malviventi e polizia al culmine di un inseguimento si è verificata intorno alle 4 del mattino di venerdì in contrada Canicassè a Caltanissetta. Fermato un pregiudicato romeno dai poliziotti della sezione volanti. L’uomo apparterrebbe ad una banda dedita alla commissione di furti. Altri due complici, per sfuggire ai poliziotti, dopo aver abbandonato una BMW rubata in contrada Canicassè, si sono dileguati a piedi per le campagne e sono attivamente ricercati dalla Polizia. Nella notte era stato segnalato al 113 il furto di una Ypsilon Lancia. I poliziotti della Sezione Volanti intervenuti in viale Stefano Candura intercettando una BMW, anche questa rubata, che fuggiva ad alta velocità in direzione dello stadio “Tomaselli” di Pian del Lago. Ne è nato l’inseguimento in direzione Delia, nel corso del quale gli occupanti della BMW hanno fatto fuoco contro gli agenti che hanno risposto sparando in aria per avvertimento. Uno dei tre, un rumeno di 36 anni è stato fermato mentre gli altri due fuggiaschi sono riusciti a dileguarsi a piedi, favoriti dal buio delle campagne. La Squadra mobile sospetta che si tratti di una banda organizzata, dedita a diversi tipi di furti e colpi in appartamento. Sulla BMW rubata nella notte a Caltanissetta, gli agenti hanno rinvenuto calzamaglie e un telefonino. A fianco della Lancia Ypsilon oggetto della segnalazione, appena rubata e parcheggiata allo stadio, pronta per essere portata via, vi era una Mercedes, anch’essa rubata lo scorso 5 ottobre a Canicattì, con all’interno altri oggetti atti da scasso.

Probabilmente il gruppo è giunto a Caltanissetta con la Mercedes rubata nell’intento di approvvigionarsi di altre due auto secondo un modus operandi riscontrato in altre analoghe situazioni. Son in corso attive indagini da parte della Sezione Volanti, Squadra Mobile e Polizia Scientifica finalizzate all’individuazione e al rintraccio dei due fuggiaschi.

 

Commenta su Facebook