“Sparati, spero che indaghino su di te”. Minacce su Facebook, il candidato Magrì presenta denuncia

2713

comizio Magrì Cancelleri Di Maio - 5 stelleUn post su Facebook, apparso ieri sera nella pagina del candidato sindaco del Movimento 5 Stelle, Giovanni Magrì, sta creando non poche tensioni sul popolare social network, soprattutto tra attivisti e sostenitori di Giovanni Magrì.

“Sparati cretino, spero che la magistratura apra un’inchiesta su di te”. Questa la frase scritta da una fantomatica “Monia S.”, nella pagina di Magrì che inizialmente aveva derubricato la frase a insulto.

Ma un ulteriore post del deputato all’Ars, Giancarlo Cancelleri, fa capire che i Cinquestelle prendono sul serio quella che potrebbe essere una minaccia. “Domani Giovanni Magrì, candidato sindaco del movimento cinquestelle andrà alla polizia per fare una denuncia”, scrive Cancelleri sulla sua pagina Facebook.

Il deputato precisa di non credere che questa sia una minaccia, ma la cautela fa propendere per la denuncia.

“Non ci ferma nessuno”, scrive Cancelleri, “quando lavori con onestà, mettendoci l’anima anche nelle piccole azioni di ogni giorno finisce che hai molte persone che ti supportano e si affiancano a te trascinate dall’entusiasmo. Ti fai anche molti avversari, la maggior parte avversari leali, che ti aspettano sul campo e combattono una battaglia politica nel merito, ma a volte diventi bersaglio di gente inutile, incapace e del tutto fuori luogo”.

Il post, in serata, è stato poi cancellato dalla stessa autrice, ammesso che non si tratti di un fake, ma Magrì ha lasciato nella sua pagina lo snapshoot con i commenti.

Commenta su Facebook