Soppressione provincie. Via libera dalla Giunta Crocetta al Ddl per i liberi consorzi.

655

Bartolotta Crocetta VAncheriServizio rifiuti, case popolari e acqua ai consorzi di comuni, strade e scuole ai comuni o alla regione. Ecco come avverrà l’abolizione delle Province, che il presidente della Regione Rosario Crocetta ha concordato con gli alleati nel pomeriggio di lunedì e in serata ha approvato in giunta. Le provincie regionali siciliane saranno quindi abolite, soppresse con il DDL approvato che dovrà adesso passare all’Ars con l’accordo della maggioranza a cui si dovrebbe aggiungere il voto del Movimento 5 Stelle che aveva presentato un disegno di legge simile a quello esitato. Le provincie verranno sostituite da liberi consorzi di comuni i cui rappresentanti saranno un numero ristretto di eletti dai consigli comunali dei comuni aderenti al consorzio, senza indennità. Scompaiono presidenti, giunte e consigli provinciali. Scompariranno Iacp, Ato ambiente e Ato rifiuti le cui competenze saranno assunte dai liberi consorzi che dovranno avere almeno 150 mila abitanti. L’edilizia scolastica andrà ai comuni, la manutenzione delle strade a comuni e regione. I dipendenti delle province saranno accorpati ai comuni e alla regione.

Commenta su Facebook