Solidarietà dell’Ordine degli avvocati alla collega Maria Giambra dopo l’ennesimo raid intimidatorio

“Il consiglio dell’Ordine degli avvocati di Caltanissetta manifesta tutta la preoccupazione, la rabbia e lo sgomento per la notizia, recentemente appresa, relativa alle ulteriori violente e spregevoli intimidazioni che sono state commesse, per I’ennesima volta, in danno della stimata collega avvocato Maria Giambra, Consigliere dell’Ordine, a cui continua ad esprimere la propria piena e incondizionata solidarietà.”. Lo si legge in una nota del consiglio dell’ordine forense nisseno a firma del presidente Pierluigi Zoda. La nota arriva a pochi giorni dal quinto atto indimidatorio compiuto ai danni dell’avvocato presso la sua abitazione di Serradifalco dove ignoti hanno esploso colpi di pistola. Si tratta del quinto attentato dal 2018 a oggi quali incendi di automobili e colpi di arma da fuoco. L’ultimo episodio si è veirifcato nonostante le misure cautelari già eseguite nei mesi scorsi a carico di presunti mandanti e autori dei precedenti atti.

“A seguito di tali eventi drammatici l’Avvocatura ribadisce con forzala propria volontà di continuare ad esercitare con onore, fermezza e determinazione, a prescindere da qualsivoglia bieco tentativo volto ad impedirlo, la propria incomprimibile funzione di tutela e garanzia dei diritti tutti dei cittadini. Ferme tali premesse, il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati esprime la propria profonda inquietudine nell’assistere, impotente, al susseguirsi costante di molteplici episodi di violenza ed intimidazione nei confronti della Classe Forense, nissena e non, che appare negli ultimi anni all’evidenza sempre più “esposta”. Si auspica che si ponga presto e definitivamente un freno a tale inaccettabile deriva e si confida che i competenti organi investigativi continuino ad adoperarsi – con sempre rinnovata attenzione ed impegno, già comprovati dai recenti arresti – affinché possano cessare e mai più ripetersi episodi di abietta e vile violenza, quali quelli subiti dalla Collega Maria Giambra, assicurando i responsabili alla Giustizia”.

Commenta su Facebook