Società italiana di Gastroenterologia, il medico Marcello Maida unico siciliano nel direttivo nazionale

263

Il dottor Marcello Maida, 37 anni, gastroenterologo di Caltanissetta, dirigente medico dell’Unità Operativa Complessa di Gastroenterologia degli ospedali Riuniti “Sant Elia-Raimondi”, è stato eletto nel consiglio direttivo nazionale della Società Italiana di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva (SIGE) per il quadriennio 2021/2025. Si tratta dell’unico medico siciliano che entra nel direttivo della SIGE, eletto insieme all’altro membro Luca Frulloni (Università di Verona). Entrambi completano il direttivo di cui fanno parte anche i professori Alessandro Repici (Humanitas Research University, Milano), Maurizio Vecchi (Università degli Studi di Milano), Edoardo Savarino (Università di Padova), Luigi Ricciardiello (Università di Bologna) e Francesco Luzza (Università di Catanzaro).

La società scientifica opera a livello nazionale con l’obiettivo di promuovere la ricerca in ambito gastroenterologico, sostenere ed espandere la formazione di medici e ricercatori nel campo delle malattie digestive, sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza che queste rivestono.

Il gastroenterologo Maida, autore di numerose pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali di medicina, attualmente è anche membro del “Comitato Covid-19” della Organizzazione Mondiale di Endoscopia (WEO) e coordinatore della piattaforma di e-learning nazionale delle Scuole di Specializzazione in Gastroenterologia “Gastrolearning”.

«Ringrazio i colleghi per la loro fiducia e porgo i migliori auguri ai membri del nuovo direttivo,  autorevoli esponenti della gastroenterologia del nostro Paese. È un onore poter rappresentare la Sicilia in una tra le più prestigiose società di medicina italiane – dice il dottor Marcello Maida -. Sono certo che il contributo di tutti e la condivisione di impegni e obiettivi saranno decisivi per la crescita della Società e la valorizzazione della gastroenterologia in Italia».

Commenta su Facebook