Il sindaco Ruvolo assegna le nuove deleghe: “C’è tanto entusiasmo e voglia di concretizzare i nostri obiettivi”

294

Attribuite questa mattina a Palazzo del Carmine le nuove deleghe assessoriali. Il sindaco Giovanni Ruvolo ha apportato poche ma essenziali variazioni considerato anche l’ingresso dei due nuovi assessori Pasquale Tornatore e Giovanni Guarino. Il nuovo vicesindaco è Felice Dierna, che manterrà le deleghe precedenti compresa quella al personale. Aumentano invece le responsabilità per l’assessore Maria Grazia Riggi che oltre al Bilancio aggiunge due importanti deleghe vale a dire ad Acqua e Rifiuti. Continuerà ad occuparsi di Ambienti e Lavori Pubblici l’assessore Giuseppe Tumminelli che vedrà aggiungersi tra le sue responsabilità anche quella al Verde Pubblico. L’assessore Carlo Campione continuerà ad occuparsi di Salute, Politiche Sociali e abitative, Sport e tempo libero ma non avrà più la delega alla cultura. Quest’ultima infatti passa a Pasquale Tornatore che si occuperà di Creatività e Parteicipazione e quindi di beni culturali, ambientali e museali, scuola, università e ricerca, interculturalità, pari opportunità, rapporti con i quartieri, turismo, Mostre, Gemellaggi, associazionismo e volontariato. Al neo assessore Giovanni Guarino andrà la delega alla Innovazione e Sviluppo, Fiere e Circhi, Agricoltura, Borghi Rurali, Fondi, Unione Europea, innovazione tecnologica e digitalizzazione, semplificazione atti amministrativi, ufficio imprese, politiche giovani, attività produttive, commercio e agenda urbana. Il sindaco inoltre si occuperà dell’attuazione del programma elettorale e della verifica della qualità amministrativa. “E’ una giunta che per la qualità delle persone che la compongono sa già far squadra – ha dichiarato questa mattina il sindaco Giovanni Ruvolo – c’è tanto entusiasmo e tanta voglia di fare soprattutto sugli obiettivi che ormai vanno consolidati, che sono quelli relativi allo sviluppo economico, al sostegno all’agricoltura, alla cultura, e all’università. Accanto a queste priorità ci sarà massima attenzione alla macchina amministrativa e allo snellimento delle procedure, al decoro urbano  a cui teniamo molto. Possiamo farcela. L’Alleanza per la Città mira a mantenere l’unione e a superare ogni logica di divisione”.

Commenta su Facebook