Il Silp Caltanissetta in vista dell’anno giudiziario: “Il legislatore punti sulla celerità nei processi e la certezza della pena”

523

Nota del segretario del Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia, Davide Chiarenza che di seguito pubblichiamo:

In occasione dell’inaugurazione del nuovo anno giudiziario mi piacerebbe ascoltare o leggere nei media che venissero prese in considerazione dal prossimo legislatore le seguenti esigenze del cittadino: 1) accertare sempre e comunque la verità; 2) celerità nei processi; 3) certezza della pena. L’auspicabile riforma del codice penalerisalente ancora al 1930, dovrebbe incentrarsi a selezionare i reati di forte allarme  sociale per il cittadino. Invece per rendere certa la pena basterebbe impedire l’operatività della prescrizione del reato prima della pronuncia della responsabilità penale; per eliminare i tempi lunghi della giustizia basterebbero due gradi di giudizio aventi finalità diverse da quelle attuali oppurecancellare l’udienza preliminare che molto spesso comporta inutili perdite di tempo per portare il procedimento in dibattimento. Infine, a nostro avviso, occorrerebbeun pubblico ministero potenziato nella sua indipendenza e gerarchizzato solo e soltanto dal principio costituzionale dell’obbligatorietà dell’azione penale.

Commenta su Facebook