Siglato protocollo d'intesa tra Rotary e Comune per la donazione di 24 quadri.

639

Comunicato stampa.
Ieri, 29 giugno 2015, nella Sala Gialla di Palazzo del Carmine, il sindaco Giovanni Ruvolo e il presidente del Rotary di Caltanissetta Giuseppe Giannone, hanno siglato un protocollo d’intesa per la donazione dei quadri offerti dagli artisti, che hanno partecipato alla mostra “Colore e anima di Sicilia”, al Club service di Caltanissetta.
Le opere, che al momento sono esposte a Palazzo Moncada, hanno un valore stimato di circa cinquanta mila euro e andranno a costituire il primo nucleo del Museo di Arte Contemporanea di Caltanissetta, in fase di realizzazione nell’ex rifugio anti aereo nella Salita Matteotti.
Soddisfazione espressa dal sindaco Ruvolo, che ha ringraziato pubblicamente nel corso della cerimonia di ratifica del protocollo il presidente del Rotary di Caltanissetta Giuseppe Giannone che, con l’iniziativa, ha voluto sottolineare l’importanza che riveste la cultura nella società, sia in termini di crescita interiore degli individui sia per le ricadute economiche sul territorio.
Le opere donate dagli artisti sono in totale 24 e sono: due teste di ceramica dell’artista Giacomo Alessi; madre e figlio cm 100×80 acrilico su tela di Totò Amico; la realtà si puo’ abbellire ma non nascondere (tecnica mista 2008) di Giuseppe Burgio; omaggio a Pollok cm 100 x 120 cm acrilico su tela e quecia antica di Giuseppe (Peppe) Butera; un albero pieno di vita cm 65×100 tecnica mista su carta di Liliana Conti Cammarata; la torre di babele cm 50×35 acquaforte su zinco di Nicolò D’Alessandro; sposalizio cm 35×50 incisione all’acquaforte, i richiami – Teresa e Andrea cm 50×35 incisione all’acquaforte, Teresa con in braccio il figlio Cristoforo cm 50×30 incisione all’acquaforte, lo sposo promesso Anna e Monica cm 50×35 incisione all’acquaforte, la ricerca d’amore di Anna cm 35×50 incisione all’acquaforte, Cristoforo e Monica 35×50  incisione all’acquaforte, la ricerca dell’amore di Anna cm 35×50 incisione all’acquaforte e i figli: Cristoforo e Monica cm 35 x 50 incisione all’acquaforte, dell’artista Francesco Guadagnuolo; percorsi cm 50×70 tecnica mista di Silvana Lunetta; no alla violenza cm 70×50 incisione su lastra di rame e raccoglitore di sale cm 50×70 litografia su pietra di Pippo Madè; oltre ogni confine olio su tela cm 50×70 anno 2015 di Floriana Rampanti; Eolo scultura in marmo di Michele Valenza; u carusu di Salvatore Vitale; interno teoretico 36 mista su tela di Andrea Vizzini.
 

Commenta su Facebook