“Sicurezza partecipata” al Villaggio Santa Barbara. Carabinieri sul territorio con la “stazione mobile”.

813

CARABINIERI SANTA BARBARAPer fronteggiare il crescente fenomeno dei reati contro il patrimonio, del consumo e dello spaccio di sostanze stupefacenti ed ogni altra forma di comportamento asociale, il Comando provinciale dei Carabinieri di Caltanissetta ha disposto un servizio di prossimità tramite l’impiego della “stazione mobile”, nelle aree più sensibili del capoluogo nisseno e nella fattispecie nel territorio del villaggio Santa Barbara.

Attraverso questo servizio, l’Arma dei carabinieri vuole rafforzare la sinergia con la popolazione del posto esaltata da quel fondamentale approccio diretto con il cittadino che tanto contraddistingue l’essere carabiniere.

L’impiego della stazione mobile, su precisa direttiva del Comandante provinciale dei carabinieri di Caltanissetta, Roberto Zuliani e del comandante della compagnia carabinieri del capoluogo, permette una significativa vicinanza al cittadino, un punto di riferimento saldo, evidente, concreto, una risposta immediata a qualunque evenienza.

Obiettivo dell’attività inoltre è quello di intensificare i contatti con i gestori ed i proprietari degli esercizi commerciali presenti nel luogo; incontri frequenti con ciascuno di essi per favorire un sano spirito di collaborazione ed alimentare quella fondamentale percezione di serenità dovuta alla consapevolezza di avere sul posto la presenza, stabile, del carabiniere.

L’Arma nissena ha messo in campo un’ ulteriore risorsa proprio per sopperire ai disagi cagionati dalla chiusura del comando stazione carabinieri di Santa Barbara, avvenuta un anno fa.

Quale responsabile del servizio di prossimità è stato scelto il luogotenente Feliciano Lamantia, ispettore di grande saggezza, con più di quarant’anni di servizio e con una significativa pregressa esperienza di comando di stazioni e tenenze dei carabinieri, nelle aree più calde della Sicilia.

I cittadini hanno esternato un vivo entusiasmo per questa iniziativa poiché la stazione mobile oltre ad essere un evidente ed efficace strumento di deterrenza, conferma anche l’opportunità per tutti coloro i quali desiderano confrontarsi costruttivamente con le istituzioni, trovando nei militari della stazione mobile, validi e preparati rappresentanti dello stato ai quali chiedere supporto e consiglio.

Questo servizio di prossimità incarna il concetto di “sicurezza partecipata” ed è stato concepito volutamente nel villaggio santa barbara, proprio a dimostrare la necessaria e dovuta considerazione che l’arma riserva per coloro i quali popolano e vivono le zone periferiche del capoluogo; l’obiettivo istituzionale, che si estrinseca proprio attraverso questo approccio diretto, comunicativo e collaborativo, è quello di coinvolgere direttamente tutti i cittadini nella “produzione di sicurezza”.

 

Commenta su Facebook