Sicurezza nelle scuole nissene. Il segretario Cgil: “Mi appello al buon senso di sindaci e assessori”

1190

In tema di sicurezza delle scuole in provincia di Caltanissetta il segretario della Cgil, Ignazio giudice si appella “al buon senso ed alla responsabilità dei Sindaci e degli Assessori ai Lavori pubblici e della Pubblica istruzione”.

“Le tragedie che in giro per il mondo coinvolgono studenti, docenti e tutto il personale operante nelle scuole non sono distanti da noi e non lo sono perchè tante scuole di proprietà dei Comuni e dell’ex provincia regionale di Caltanissetta sono precarie, tanto sotto il punto di vista infrastrutturale, quanto in termini di servizi di base per il vivere civile, come il funzionamento dei riscaldamenti”.

“Nessuna polemica” afferma Giudice ma “un invito a non lasciare soli i Dirigenti Scolastici ed i genitori di migliaia di bambini e adolescenti”.

“Per un futuro dignitoso ci vuole un presente credibile, per questo ogni scuola deve essere agibile al pari di casa propria, perché a scuola sia gli alunni che il personale dipendente trascorrono buona parte della giornata e di certo non possono essere in pericolo, perché la scuola è luogo di formazione ed “educazione” delle future generazioni al pari della famiglia e deve essere vissuta come accogliente sul piano materiale ed intellettuale. L’inverno non arriva a sorpresa, non è poi così difficile attrezzarsi in tempo. Le emergenze, spesso, non sono tali ed il tempo non può essere una variabile indipendente. Se ci sono scuole inagibili si verifichi immediatamente, sarebbe una follia continuare a fare lezioni”.

Commenta su Facebook