Siccità, stato d’emergenza per il bacino del Fanaco. Ridotte le portate in nove comuni del Nisseno

Caltaqua comunica che a seguito delle scarsissime precipitazioni piovose avutesi nel bacino idrografico del lago Fanaco, il fornitore sovrambito Siciliacque la scorsa settimana ha comunicato che il volume utilizzabile si è ridotto al 15%, pertanto, essendo stato raggiunto il limite di “emergenza”, è indispensabile diminuire del 20% la dotazione idrica dei nove Comuni della provincia di Caltanissetta alimentati con le risorse provenienti da questo invaso (Acquaviva Platani, Bompensiere, Campofranco, Delia, Milena, Montedoro, Mussomeli, Sommatino e Sutera).

Sempre a causa di mancanza di piogge adeguate già a partire dai mesi di aprile/maggio è stata applicata una riduzione delle forniture in tutto il territorio provinciale ma, grazie ai vari interventi effettuati da Caltaqua e da Siciliacque non si sono creati disagi per l’utenza ed i turni di distribuzione sono rimasti invariati.

Oggi i livelli di criticità sono troppo elevati per cui la diretta inevitabile conseguenza è che risulta necessario apportare modifiche nelle distribuzioni dei Comuni riforniti da Siciliacque mediante l’invaso del Fanaco.

Prima di adottare tale ulteriore riduzione si sono svolti diversi incontri tra Caltaqua, Siciliacque e l’ATI di Caltanissetta per potere trovare tutte le soluzioni possibili finalizzate a ridurre al minimo i disagi per l’utenza coinvolta. In ultimo venerdì scorso l’Assemblea Territoriale Idrica di Caltanissetta ha indetto una ulteriore riunione, coinvolgendo anche i Sindaci dei Comuni interessati, durante la quale è stata comunicata la necessità di provvedere dalla settimana in corso ad una dilatazione di 24 ore degli attuali turni di distribuzione in tutti i nove comuni serviti dal Fanaco, tranne Campofranco e Mussomeli ove già vengono effettuate le distribuzioni idriche con turnazioni ogni 3-4 giorni. Rimarrà invariata la distribuzione idrica in tutti gli altri comuni della Provincia di Caltanissetta.

La situazione verrà monitorata giornalmente dai tecnici di Siciliacque con il coordinamento dell’Autorità di bacino, per cui i nuovi turni di distribuzione saranno in vigore fino a quando non verranno ripristinati determinati livelli di riempimento del lago Fanaco in funzione delle precipitazioni meteoriche che si prevedono nei prossimi giorni.

Il Gestore Caltaqua comunica inoltre che, in caso di necessità, verrà attivato il servizio sostitutivo con autobotti per rifornire gli Enti sensibili che ne faranno richiesta. Saranno forniti nei prossimi giorni tutti gli aggiornamenti del caso.

Commenta su Facebook