Si insedia il primo coordinamento Donne "oltre la frontiera", Anolf-Cisl

826

Martedì 25 febbraio 2014, presso il Saloncino della CISL di Caltanissetta, l’ANOLF (Associazione Nazionale Oltre le Frontiere) di Caltanissetta e la CISL di Agrigento Caltanissetta Enna, incontrano le Donne ed i giovani stranieri residenti nel territorio Nisseno.

All’iniziativa hanno partecipato il presidente dell’Anolf di Caltanissetta Giuseppe Mastrosimone e Fatna Zarfaoui (Vice Presidente Anolf), la Responsabile Anolf per le politiche di genere Farah Hind, il Segretario CISL Agrigento Caltanissetta Enna Ilenia D’Antona, il Segretario Generale Emanuele Gallo ed un esperto per le politiche attive del lavoro in rappresentanza del gruppo Marketing ed Progettazione del CIAPI di PRIOLO (Progetto Spartacus) dott.ssa Anna Amato.

L’iniziativa, di natura preventiva in merito a situazioni di esclusione e di marginalizzazione sociale, rappresenta come afferma il Segretario Cisl AG CL EN Ilenia D’Antona, la chiave strategica per l’INTEGRAZIONE, soprattutto in conseguenza della crisi economica e sociale che ha investito in modo particolare il mercato del lavoro locale in questi ultimi anni.

Favorendo il protagonismo dei cittadini stranieri anche nell’ambito della stessa organizzazione sindacale e la loro autonomia anche attraverso un’azione sinergica tra ANOLF e CISL Agrigento Caltanissetta Enna, sarà possibile dare risposte concrete alle tante problematiche che i cittadini stranieri ci pongono con particolare attenzione a tutte quelle finalizzate: all’emersione del lavoro nero che spesso raggiunge gravi forme di vera schiavitù.

All’ integrazione soprattutto dei minori anche attraverso il recupero e la valorizzazione delle tradizioni dei paesi di origine; all’ingresso e alla permanenza nel mondo del lavoro di donne e giovani stranieri attraverso un’azione di informazione sulle politiche attive del lavoro secondo gli indirizzi previsti dalla Commissione Europea ( Raccomandazione del 22 aprile 2013) “PIANO GIOVANI”.

Alla riduzione del rischio di povertà ed emarginazione di numerose donne e famiglie straniere residenti nel Nostro territorio. A tutte quelle forme di violenza di genere che spesso in modo silente si annidano tra le mura domestiche anche come conseguenza di gravi condizioni economiche.

Inoltre, come afferma il Presidente dell’Anolf di Caltanissetta , Giuseppe Mastrosimone, favorendo la parità di trattamento ed il protagonismo delle donne straniere residenti nel Nostro territorio e delle loro famiglie, anche all’interno dell’organizzazione sindacale, sarà possibile costruire insieme un Piano d’Azione che possa dare risposte concrete a problemi concreti ed avviare un ciclo di incontri che coinvolgeranno le principali comunità di cittadini stranieri presenti nel nostro territorio oltre che le Istituzioni che operano nel settore.

Anche, il Segretario Generale CISL Agrigento Caltanissetta ed Enna Emanuele Gallo, con grande determinazione, ha espresso la volontà di dare sostanza alle azioni che verranno intraprese, per dare risposte adeguate e dignità alle donne, ai minori, ai giovani stranieri e loro famiglie, residenti nel territorio nisseno, attraverso azioni di tutela mirata con particolare attenzione ai posti di lavoro.

Commenta su Facebook