Si è spento a 93 anni il magistrato Alfio Catalano. Iniziò da Pretore, fu tra i più giovani d’Italia

162

E’ venuto a mancare all’età di 93 anni, dopo essere stato contagiato dal Covid, il dottor Alfio Catalano magistrato in pensione e nisseno d’adozione.

Figura storica degli ambienti giudiziari nisseni, Catalano è stato uno dei più giovani magistrati italiani, andando a ricoprire all’età di 21 anni l’incarico di Pretore mandamentale di Mazzarino. Per lunghi anni poi ha prestato servizio prima presso il Tribunale e poi presso la Corte di Appello di Caltanissetta.

Studioso di diritto romano, il dott.Alfio Catalano è stato giudice civile, esperto nella materia delle successioni, ma anche giudice penale.Tra i processi più noti di cui si è occupato quello per la strage Chinnici in Corte di Assise di Appello nel 1985, come giudice a latere del Presidente Antonino Saetta.

Ha lasciato gli uffici giudiziari nisseni per andare a ricoprire prestigiosi incarichi dirigenziali, prima come Consigliere Pretore Dirigente della Pretura di Catania e poi come Presidente del Tribunale di Catania.

Oltre che per le sue doti di giurista, è stato da tutti apprezzato per la sua signorilità, per la sua modestia e per le sue indiscutibili doti umane.

Commenta su Facebook