Si chiude il congresso del Pd Sicilia. Renzo Bufalino vicesegretario, Elisa Carbone nella segreteria

103

“Dobbiamo essere un partito-equipaggio in cui tutti siamo chiamati a dare un contributo, senza protagonismi e fughe in avanti, in cui ognuno deve chiedersi cosa può fare per il Partito e non viceversa. Non si sta nel Partito Democratico per fare carriera”. Lo ha detto il segretario regionale del Partito Democratico, Anthony Barbagallo, in conclusione del congresso regionale, che si è svolto sabato 18 e domenica 19 luglio ad Aidone e Morgantina.

“Sul tema delle alleanze con il Movimento Cinque Stelle in Sicilia – ha proseguito – non vogliamo sottrarci e abbiamo il dovere di provarci, già a partire dalle prossime imminenti amministrative, cercando di collaborare anche con Italia Viva”.

Ad Aidone si è svolto l’ultimo atto della fase congressuale del partito, culminata con la proclamazione del segretario regionale Anthony Barbagallo votato dai 360 delegati scelti da una platea congressuale di 14776 iscritti. Durante l’Assemblea è stato presentato anche il “cuore pulsante” della nuova segreteria regionale. Un organismo composto da esponenti tutti under 40: Renzo Bufalino, sindaco di Montedoro, nominato vice segretario; Fabio Venezia, sindaco di Troina; Elisa Carbone, sindaco di Sommatino; Daniele Vella, vice sindaco di Bagheria e Francesca Busardo, tesoriera.

I NUMERI DEL CONGRESSO

14.776: la platea congressuale;

360: i delegati;

300: circa i circoli coinvolti;

150: relatori;

25: i tavoli tematici;

5: i siti che hanno ospitato convegni e dibattiti ad Aidone (Museo delle Venere; Biblioteca comunale; chiesa di San Domenico; Teatro Cordova) incluso il sito archeologico di Morgantina, in cui si è svolta l’Assemblea e la proclamazione del nuovo segretario regionale del PD:

Commenta su Facebook