Sgombero via Puccini, dal tavolo in Prefettura la soluzione. Al via il bando per acquistare le case sul mercato

901

E’ stato pubblicato il 4 aprile scorso sul sito internet dello Iacp l’avviso pubblico di manifestazione di interesse finalizzato all’individuazione, nel territorio comunale di Caltanissetta, di unita’ immobiliari da acquistare per emergenza abitativa. E’ questa la soluzione per affrontare l’emergenza sgomberi delle case Iacp di via Puccini che a giorni dovranno essere sgomberate per il rischio di un collasso della struttura.

Riunione in Prefettura questa mattina con gli inquilini di via Puccini che tra un mese dovranno lasciare le loro abitazioni a rischio crollo. L’ordinanza di sgombero non è stata ancora emanata ma lo sarà probabilmente tra 15 giorni. Poi sarà efficace dopo un ulteriore periodo di 15 giorni.

Una delegazione delle 64 famiglie residenti ha incontrato giovedì mattina il prefetto di Caltanissetta, Maria Teresa Cucinotta, il direttore dello Iacp, Vincenzo Zafarana, il sindaco Giovanni Ruvolo, accompagnato daldirigente dell’ufficio tecnico, Giuseppe Tomasella e dagli assessori alla solidarietà Carlo campione ed ai lavori pubblici, Giuseppe Tumminelli.

Alcuni dei residenti sono locatari dello Iacp, mentre altri negli anni hanno riscattato la proprietà delle case. La soluzione prospettata, grazie ad un contributo di 3 milioni e 700 mila euro della Regione, è che lo Iacp acquisterà sul mercato le abitazioni da riassegnare agli abitanti di via Puccini.

come detto è stato già pubblicato il bando per manifestazioni d’interesse, con scadenza 19 aprile già emanato dall’Istituto Autonomo Case popolari.

Nelle more il Comune, con un impegno di spesa stimato intorno ai 200 mila euro garantirà un contributo affitto per il tempo necessario al transito dalle vecchie alle nuove abitazioni.

Il tavolo di oggi era solo informativo, ha puntualizzato il Prefetto Cucinotta e le parti si rivedranno tra circa 15 giorni. Sul tavolo la proposta del Sindaco Giovanni Ruvolo per lenire i disagi di un doppio trasloco, che ha proposto che le case da affittare nel periodo necessario a stipulare i nuovi atti di compravendita, siano le stesse individuate per l’acquisto da parte dello Iacp. Una proposta, quest’ultima, la cui fattibilità sarà verificata.

“Abbiamo manifestato vicinanza alle famiglie che vivono un momento di disagio”, ha detto il sindaco Giovanni Ruvolo. “Noi come Comune interveniamo perchè esiste un problema di incolumità pubblica e per chiedere alle famiglie di lasciare gli appartamenti e ci affianchiamo per assisterli nelle fasi emergenziali, per ospitarli in maniera dignitosa. Nella fase che intercorre dal momento in cui dovranno lasciare le case di via Puccini al momento in cui entreranno nelle case definitive che verranno individuate con un avviso che lo Iacp ha già pubblicato. Quindi ci sarà un piccolo disagio ma in prospettiva le famiglie saranno garantite per avere in tempi brevi un alloggio definitivo”.

Sono quattro le tipologie di immobili che lo Iacp acquisterà dai privati che risponderanno all’avviso nel territorio di Caltanissetta. Case da mq 45: bilocale e servizi, con camera da letto di almeno 14 mq, vano cucina di dimensioni di almeno 8 mq. Case da mq 60: bilocale e servizi, con camera da letto di almeno 14 mq, vano cucina di dimensioni di almeno 8 mq.

Case da mq 70: trilocale e servizi, con camera da letto di almeno 14 mq, vano cucina di dimensioni di almeno 11 mq.

E infine case da mq 97,50: quadrilocale e servizi, con due camere da letto di almeno 14 mq, vano cucina di dimensioni di almeno 11 mq.

Le diverse tipologie e dimensioni sono state calcolate sulle esigenze dei nuclei familiari coinvolti ovvero sul numero dei componenti.

 

Commenta su Facebook