Sessantacinque 1/2 consiglia – Capitolo 28^: il derby del Sole!

93

Dopo un’altra deludente settimana europea per le Italiane, ai quarti delle due competizioni troveremo soltanto la Roma, arriva la 28^ giornata della Serie A 2020/2021. Giornata nel quale non si giocherà Inter-Sassuolo per il veto posto dall’Ats per via di un possibile focolaio nella squadra nerazzurra. Di seguito lente di ingrandimento su tutti gli altri 9 match della giornata a partire dall’anticipo di questa sera.

 

PARMA – GENOA

Qui Parma: emiliani che si presentano davanti ai propri tifosi con un mood totalmente diverso da quello di poche settimane fa, complice l’inaspettata vittoria sulla Roma di Fonseca, che ha riacceso i sogni salvezza. D’Aversa conferma gli stessi undici che hanno sconfitto la corazzata giallorossa con l’eccezione di Man che lascerà il posto a Kucka al rientro dopo la squalifica.

Qui Pegli: caccia ai 3 punti per la squadra di Ballardini che porterebbe i rossoblu a +9 dalla zona calda. Chiavi del centrocampo affidate ai soliti Strootman e Zajc supportati sulle corsie esterne da Zappacosta e Czyborra, ballottaggio in difesa per cui, probabilmente, Biraschi lascerà il posto a Masiello. Per quanto riguarda il reparto offensivo, nuova opportunità per la coppia Shomurodov-Destro ma con Goran Pandev pronto a subentrare.

Il talento rumeno, classe 2000, Valentin Mihaila protagonista contro la Roma con il goal dell’1-0. Qui in azione contro il difensore giallorosso Ibanez.

CROTONE – BOLOGNA

Qui Crotone: sfida fondamentale per i ragazzi di Serse Cosmi (ultimi con 15 punti) costretti a vincere per rimanere in una corsa salvezza già abbastanza compromessa. Il tecnico perugino dovrà fare a meno di Luperto (out per pubalgia) e affida il versante sinistro della difesa a Djiji; recuperato Benali sarà Petriccione a lasciargli spazio sulla mediana, mentre, sarà ancora una volta Messias a supportare le due punte: Simy e Ounas, anche se quest’ultimo non ha svolto il consueto allenamento con la squadra per via di un affaticamento muscolare.

Qui Bologna: differente la situazione dei rossoblu allenati da Mihajlovic che, trovandosi nel “limbo” della classifica, vedono la salvezza come obiettivo praticamente raggiunto. Unici dubbi in attacco per mister Sinisa sono: il possibile ballottaggio tra Sansone e Palacio e il solito duello sulla fascia per una maglia da titolare tra Orsolini e Skov Olsen, con l’azzurro favorito.

Adam Ounas, ottimo impatto per lui a Crotone in questi ultimi mesi. Domenica però sarà out per infortunio.

SPEZIA – CAGLIARI

Qui La Spezia: tanti dubbi per mister Italiano che, in una partita che sa tanto di “matchpoint”, dovrà probabilmente rinunciare alla punta di diamante Nzola per affaticamento muscolare, al suo posto doppia scelta per l’allenatore che potrebbe puntare su Piccoli o Agudelo per il cuore dell’attacco spezzino. A centrocampo, altro ballottaggio tra Pobega e Leo Sena chiamati a sostituire Estevez fermo ai box causa COVID-19; l’ultimo dubbio da sciogliere riguarda l’out di sinistra dove troviamo Bastoni favorito su Marchizza.

Qui Asseminello: se per i bianconeri questa partita sa di “matchpoint” per fuggire dalle retrovie, per i ragazzi di mister Semplici sa di “finale”, una sconfitta incrinerebbe gravemente la permanenza in A della squadra Sarda. I rossoblu andranno in campo con gli stessi undici che hanno affrontato la Juventus, fatta eccezione per Zappa che lascia il posto a Lykogiannis (assente con la Juventus per squalifica). Unico ballottaggio tra Simeone e Pavoletti con l’argentino favorito.

Il goal di Roberto Piccoli contro la “sua” Atalanta che ha chiuso il match 3-1 per gli orobici.

HELLAS VERONA – ATALANTA

Qui Verona: dopo due sconfitte consecutive, i gialloblù, si preparano a ricevere gli uomini di Gasperini reduci dalla sconfitta di Valdebebas con il Real Madrid. Juric riconferma dieci undicesimi della sfida con il Sassuolo, inserendo dal primo minuto Di Marco (uomo chiave della stagione gialloblù con 4 reti e 3 assist) a discapito di Magnani che andrà dunque in panchina dopo 4 partite in cui era sempre partito titolare. Solito tandem in avanti con Barak e Zaccagni a supporto dell’unica punta Lasagna.

Qui Zingonia: la Dea, dopo aver visto i propri sogni infrangersi contro la corazzata spagnola, si presenta al Bentegodi per ottenere tre punti e consolidare il quarto posto sul Napoli. Gasperini perde Toloi e Gosens usciti acciaccati dalla trasferta di Madrid e ripiega su Palomino e Ruggeri; il primo andrà a completare i reparto difensivo formato da Romero e Djimsiti, il secondo, andrà a coprire la corsia di sinistra. Spazio in avanti per Zapata e Muriel con Pessina a dettare i tempi di gioco e con Ilicic, ancora una volta, costretto ad accomodarsi in panchina

Miguel Veloso, capitano della squadra scaligera, in azione nell’ ultima sconfitta contro il Sassuolo.

JUVENTUS – BENEVENTO

Qui La Continassa: dopo la convincente vittoria di Cagliari, la squadra di Pirlo prova a mettere un po’ di pressione all’Inter che non giocherà in questo week end. In casa contro i campani allenati da Pippo Inzaghi mancherà, per squalifica, Cuadrado. Al suo posto sulla destra ci sarà Danilo. Sull’ altra fascia nuova opportunità per Bernardeschi come terzino vista l’ indisponibilità di Alex Sandro. Per quest’ultimo comunque solo un affaticamento. Torna Bonucci dal 1′, con a centrocampo Rabiot a lato ad Arthur. Sulle fasce Chiesa e Mckennie con davanti ballottaggio Morata-Kulusevski per affiancare Cristiano Ronaldo.

Qui Benevento: per Inzaghi non sono pochi i dubbi. Squalificati Glik e Schiattarella, l’ex centravanti del Milan dovrà reinventarsi la formazione. Probabile difesa a tre con Caldirola, Barba e Tuia. Centrocampo a 5 con Ionita ed Hetemaj a coadiuvare il capitano Viola, e sulle fasce Tello ed Improta. Davanti probabile nuova occasione per Lapadula con Caprari dietro a fare da suggeritore. Attenzione però a Gaich ed Insigne pronti a subentrare.

Ronaldo, autore di una tripletta a Cagliari, qui contro Rugani e Nainggolan nell’ azione dello 0-3.

SAMPDORIA – TORINO

Qui Bogliasco: ottime notizie per Ranieri che in settimana ha recuperato gli acciaccati Candreva e Quagliarella, che saranno disponibili contro il Torino e probabilmente partiranno dal 1′. Ancora out invece Torregrossa, che tornerà dopo la sosta. In attacco probabile chance per Keita, con tutto il resto della squadra titolare confermata rispetto all’ultimo match perso domenica scorsa a Bologna.

Qui Filadelfia: un Torino rinvigorito in settimana dalla vittoria in rimonta contro il Sassuolo, prova a continuare la striscia positiva. Torna titolare il gallo Belotti affiancato, probabilmente, da Zaza autore di una doppietta contro la sua ex squadra che lo lanciò in Serie A. Quindi probabile panchina per Sanabria, pronto a subentrare a partita in corso. Dietro solita difesa a 3 con Lyanco, Izzo e Bremer. Al centro Rincon, Lukic e Mandragora.

L’ ariete di San Cataldo, Ernesto Torregrossa. Alla Samp da Gennaio, per lui goal al debutto con la maglia blucerchiata. In seguito tanti problemi fisici. Sarà out anche questo week end.

UDINESE – LAZIO

Qui Udine: la squadra di Gotti vive un gran momento di forma e di risultati. Adesso di fronte c’è la squadra di Simone Inzaghi. Confermato davanti Llorente, con Pereyra a rimorchio. Al centro il capitano e fantasista De Paul, coadiuvato da Walace e Arslan. Dietro opportunità per Bonifazi che affiancherà Nuytinck e Becao nella difesa a 3.

Qui Formello: dopo l’uscita dalla Champions, i biancocelesti si rituffano nel campionato per provare a ripartecipare l’ anno prossimo nella massima competizione continentale. Dietro probabile opportunità per Patric ed Hoedt a discapito di Musacchio e Radu. Torna in cabina di regia Lucas Leiva, con i soliti Milinkovic e L. Alberto ai lati. Davanti confermato Immobile, in un momento difficile, con a fianco Caicedo e non Correa che partirà così dalla panchina.

Felipe Caicedo, decisivo nell’ ultimo match vinto contro il Crotone per 3-2. Inzaghi è deciso a puntare su di lui ad Udine per affiancare Immobile.

FIORENTINA – MILAN 

Qui Firenze: Fiorentina a quota 29 punti, tenta l’allungo finale per guadagnare terreno sulle inseguitrici ed ottenere la tanto desiderata salvezza. Cesare Prandelli ritrova dal primo minuto la tecnica e la fantasia di Castrovilli preferito a Eysseric e recupera, momentaneamente solo per la panchina, Amrabat; ancora Caceres e Venuti sui binari esterni (Biraghi non ancora al meglio) e attacco affidato al genio Ribery, pronto a sfornare assist per uno straripante Vlahovic in stato di grazia.

Qui Milanello: sconfitta amara in settimana per il Milan che, cade in casa sotto i colpi di Pogba e compagni. La trasferta di Firenze può essere il giusto input per tornare a vincere e non perdere di vista gli obiettivi ancora a portata di mano dei rossoneri. Gli infortuni di Calabria, Leao, Romagnoli e Mandzukic complicano la corsa degli uomini di Pioli, che ripiegherà su Dalot per la fascia destra e Tomori per il centro area. Buone notizie da Ibrahimovic che ritrova il campo dal primo minuto dopo il piccolo infortunio che lo aveva fermato ai box; infine panchina per Meite che sarà sostituito da Tonali a cui sarà affidata  la manovra rossonera.

Dusan Vlahovic autore di una tripletta a Benevento. L’ attaccante serbo è “on fire”.

ROMA – NAPOLI

Qui Trogoria: Roma galvanizzata dalla vittoria europea che ha permesso agli uomini di Fonseca di accedere al turno successivo e di fatto, di mantenere il tricolore italiano ancora in corsa per un titolo europeo. Archiviata la qualificazione ai quarti, testa al campionato, che vedrà i giallorossi impegnati contro i diretti avversari del Napoli per un posto in Champions. Fonseca proverà per l’occasione a recuperare Smalling non ancora al meglio, se questo non dovesse accadere, spazio a Kumbulla per completare la linea difensiva; ritorno di Cristante in mediana che andrà ad affiancare il solito Villar e in avanti spazio per Pedro, che cerca la continuità che lo aveva caratterizzato ad inizio anno, a supporto di Pellegrini sempre più uomo copertina di questa Roma. Unica punta Mayoral.

Qui Castelvolturno: periodo positivo per i Partenopei (10 punti nelle ultime 4 gare) che in questa stagione altalenante puntano alla conquista dell’Europa. Quale miglior partita se non il Derby del Sole per allungare proprio sui giallorossi e tentare il sorpasso sull’Atalanta. Mister Gattuso ritrova Lozano e Manolas, non ancora al top per partire dal primo minuto, ma occhio al messicano che potrebbe subentrare a partita in corso; corsie laterali gestite da Hysaj e Mario Rui che dovranno fare le veci di un infortunato Ghoulam e di uno squalificato Di Lorenzo e infine ancora panchina per Dries Mertens che lascerà il compito di finalizzatore a un ritrovato Osimhen.

Victor Osimhen, Gattuso punterà su di lui nel Derby del Sole di domenica sera. Qui in azione nell’ultimo match vinto dai partenopei a San Siro contro il Milan.

Il 28° round della stagione sta per iniziare. Visitate la nostra pagina Instagram per gli ultimi consigli di giornata e per le tanto attese Predictions.

Buon fine settimana

Sessantacinque e 1/2

#LaVeritàStaNelMezzo

 

Commenta su Facebook