Servizio gestione rifiuti: PD esprime soddisfazione “per il cambio di passo”

 

Il Partito Democratico di Caltanissetta esprime soddisfazione per la recente approvazione (13 settembre 2016), da parte della Giunta Comunale, del “Progetto ponte” per il servizio di raccolta, trasporto e spazzamento dei Rifiuti, per la durata di un anni uno, più eventuali mesi sei di proroga.

“Detto progetto, che deve essere ancora approvato e possibilmente anche migliorato dal Consiglio Comunale – afferma il segretario del Pd cittadino Ivo Cigna –  si rende necessario in considerazione dell’allungamento dei tempi di espletamento della gara definitiva (di anni sette, più eventuali due di proroga) del Piano d’intervento dell’ARO. Il bando europeo, relativo a questo ultimo Piano, è stato infatti trasmesso dall’Amministrazione Comunale all’UREGA di Caltanissetta in data 23 giugno 2016 e, dopo varie interlocuzioni, attende l’emanazione che potrebbe verosimilmente avvenire entro 6-8 mesi, a cui però si devono aggiungere i tempi di ricevimento e analisi delle offerte, pubblicazione dell’esito e di eventuali ricorsi. Inoltre il “Progetto ponte” si rende necessario per chiudere la stagione delle continue proroghe del servizio in essere, relativo ad un contratto del 2011, che doveva durare solo sei mesi, in gestione di emergenza (invece si è protratto, di sei mesi in sei mesi, fino ai giorni nostri), e che prevede solo marginalmente il servizio di raccolta differenziata”.

Il “Progetto ponte”, che è a tutti gli effetti uno stralcio funzionale del Piano d’intervento, contempla una procedura di gara più snella e veloce, che potrebbe chiudersi entro poche settimane e che prevede allo stesso tempo l’interruzione anticipata del servizio, senza alcun onere a carico dell’Ente, nel caso in cui l’UREGA esitasse la gara settennale prima dell’eventuale rinnovo. “Lo stesso, seppur di durata limitata, porterebbe da subito una repentina innovazione nel servizio di gestione integrata dei rifiuti a Caltanissetta in quanto prevedrebbe: l’ampliamento della percentuale di RD fino ad almeno il 35 % e l’obbligo di raggiungere il 42% delle utenze domestiche con il servizio di raccolta porta a porta (criteri ambientali minimi di cui al D.M. 13/02/2014)”.

“In un campo difficile e complicato come quello della gestione dei rifiuti in Sicilia, dove predominano i forti interessi dei “padroni” delle discariche, oggi, come Partito Democratico di Caltanissetta, ci piace rilevare l’impegno e il coraggio profuso dall’Assessore al ramo, Vito Margherita, e dell’intera Giunta “Ruvolo” nel volere cambiare passo su questo tema, per di più senza un aumento dei costi a carico dei cittadini”.

“Finalmente si potrebbe introdurre un sistema di raccolta che garantirebbe un miglioramento del livello di differenziazione alla fonte; un miglioramento della qualità dei materiali recuperati e nel tempo, grazie alle buone pratiche e agli introiti derivanti dalla raccolta differenziata, anche una riduzione generalizzata dei costi”.

“A questo punto – conclude il PD – diventa fondamentale la collaborazione dei cittadini, che dovranno essere capaci di adattarsi ai forti mutamenti nelle abitudini assunte finora nel conferimento dei rifiuti, e l’opera di formazione, informazione, sensibilizzazione, controllo ed incentivazione dell’Amministrazione attiva, che dovrà anche porre in essere ogni utile pratica atta a disincentivare e/o reprimere il fenomeno dell’abbandono abusivo dei rifiuti”.

Commenta su Facebook