Servizio Alzheimer, resa dei conti in commissione. I consiglieri del centrodestra contro la fuga in avanti dei partiti

1645

Colpo di scena in consiglio comunale. Giovedì mattina era prevista la seduta della settima commissione trasparenza presieduta dal consigliere Salvatore Petrantoni per approfondire le procedure che avevano portato all’affidamento del servizio Alzheimer alla cooperativa Etnos.

Era presente il segretario generale dell’ente, Rita Lanzalaco, quando alcuni consiglieri del centrodestra, in aperta polemica con i rappresentanti che avevano firmato la nota con la richiesta di dimissioni del sindaco, sono usciti dall’aula.

In particolare il capogruppo Calogero Adornetto, i consiglieri Angelo Failla di Ncd e Gianluca Bruzzaniti, il capogruppo del Misto, Antonio Favata. E’ caduto il numero legale e la seduta si è chiusa. Adesso sotto accusa il presidente della commissione Salvatore Petrantoni. La fuga in avanti del suo partito, Caltanissetta Protagonista, con il comunicato stampa firmato dal coordinatore Michalngelo Lovetere, unitamente a Forza Italia  e Fratelli d’Italia (non presente in consiglio) non è piaciuta ai consiglieri che potrebbero adesso chiedere le dimissioni di Petrantoni.

“Intanto bisogna comprendere come intendono muoversi alcuni partiti – spiega Antonio Favata capogruppo del misto – le forze d’opposizione non sono solo quelle che hanno firmato il comunicato. Un passaggio politico del genere ingenera qualche sospetto, ovvero se il lavoro della commissione abbia un seguito o meno, per cui alcuni colleghi ci stiamo interrogando sulla fiducia da continuare a porre o meno sulla presidenza della settima commissione”.

Sia Favata che Oscar Aiello, consigliere di forza Italia che ha firmato una nota in qualità di coordinatore disconoscendo la nomina di Carlo Giarratano a commissario del partito, parlano di “fuga in avanti” dei partiti che hanno inviato alla stampa il comunicato di ieri.

“Noi – spiega ancora Favata – avremmo comunque informato la cittadinanza circa le risposte del Segretario  ai quesiti. Ci stiamo interrogando. Il modo di lavorare della commissione è quello di comprendere la natura delle delibere, le motivazioni e le ricadute delle scelte politiche della giunta”.

“Questa mattina – spiega Oscar Aiello – è successo un fatto politico importante. La Settima commissione stava lavorando su questa vicenda poi c’è stata una fuga in avanti con un comunicato firmato non da tutto il centrodestra, tanto che stamane si è verificata la spaccatura. E’ stata la conseguenza di un percorso non condiviso, iniziato invece in modo condiviso in settima commissione, ma qualcuno ha voluto fare una fuga in avanti”.

 

 

Commenta su Facebook