Servizio Alzheimer. Aiello (Forza Italia): “Se il partito mi avesse ascoltato si sarebbero evitate figuracce”

1834

Il coordinatore di Forza Italia Oscar Aiello, interviene nella vicenda “Alzheimer” a seguito della conferenza stampa del sindaco Giovanni Ruvolo che aveva sottolineato come nel 2014 i consiglieri Aiello e Failla avessero interpellato il Segretario generale che già allora aveva valutato l’assenza di incompatibilità per eventuali servizi offerti dalla cooperativa sociale Etnos, presieduta dal fratello del sindaco, nei confronti del comune.

“Dispiace dover intervenire nella vicenda “Alzheimer”, ma essendo stato citato dal Sindaco durante la sua conferenza stampa si rende doveroso un mio chiarimento. E’ vero che insieme al collega Angelo Failla, proprio per fugare ogni dubbio su eventuali casi di incompatibilità, potenziali conflitti di interesse ed obbligo di astensione, incertezze sulla legittimità dell’operato generale del Sindaco e degli Assessori, avevamo formalmente scritto all’Autorità Nazionale Anticorruzione, all’Assessorato Regionale alle Autonomie locali e al Segretario Generale del Comune (che ad abundantiam abbiamo anche risentito giorni fa insieme ad altri colleghi Consiglieri)”.

“Fummo rassicurati dalle Autorità competenti che tutto si stava svolgendo nella piena trasparenza e legittimità, per cui se prima di scrivere Forza Italia avesse accolto il mio invito ad un dibattito interno, se il mio partito mi avesse dato la possibilità di parlare e mi avesse preventivamente coinvolto ed ascoltato, avrebbe evitato brutte figure, incomprensioni, e sterili polemiche che stanno minando la serenità di lavoratori, malati e loro famiglie”.

“Il dibattito interno che mi si continua a negare, non coinvolgendomi (non si capisce perché) nelle decisioni ed iniziative di partito, avrebbe anche evitato spaccature e polemiche all’interno del centrodestra, che a mio avviso non può permettersi di escludere Consiglieri come me ed i colleghi Adornetto, Failla, Favata, Bruzzaniti, Ricotta ed altri sol perché qualcuno fuori dal Consiglio Comunale vorrebbe probabilmente imporre la propria leadership”.

“Se il centrodestra vuole ritornare a vincere – conclude Aiello – deve invece includere tutti, non possiamo permetterci esclusioni,  spaccature, liti interne e fughe in avanti. In quel modo stiamo infatti perdendo quel poco di credibilità che ci rimane, a tutto vantaggio del centrosinistra che sta gestendo male il Comune”.
”Per cui invito tutto il centrodestra, ed in primis Forza Italia, a stare unito e a concordare con tutti ogni singola iniziativa che si vorrà portare avanti per il bene di Caltanissetta. Ribadisco per tanto la mia disponibilità al dialogo, e alla coesione, con chiunque voglia dialogare con lealtà nell’interesse della Città”.

Commenta su Facebook