Servizi sociali, l’ultimo atto dell’assessore Cavaleri porta in dote due milioni

Proroga e potenziamento del servizio unificato Asili nido, assistenza domiciliare agli anziani e assistenza domiciliare ai disabili. E’ probabilmente l’ultima proposta portata (e approvata) in giunta prima di congedarsi, dall’assessore uscente ai servizi sociali Piero Cavaleri, che suggella un importante lavoro di riorganizzazione e reperimento di risorse economiche aggiuntive rispetto alle asfittiche casse del comune.

La proposta, approvata dalla Giunta, dà mandato al dirigente Giuseppe Intilla, nelle more della nuova gara da celebrare dopo l’approvazione del bilancio di previsione, di prorogare l’affidamento attuale dei tre servizi, consolidando le novità introdotte nell’ultimo anno, ovvero accreditamento e utilizzo di vaucher, ampliando la disponibilità economica grazie ai fondi del Piano di azione e coesione. Si tratta di 917 mila euro in più, concessi dal Ministero dell’Interno, per potenziare l’assistenza domiciliare agli anziani e poco più di un milione di euro per i servizi alla prima infanzia per gli asili comunali.

Somme, queste ultime, che coprono l’intera gestione degli asili Santa Petronilla e via degli Orti. Gli altri due asili Comunali di Santa Barbara e via Due Fontane continueranno ad essere gestiti con fondi comunali. Per l’assistenza agli anziani e ai disabili, infine, è previsto un più ampio utilizzo dei voucher, con i quali l’utente avrà a disposizione la possibilità di scegliere, o anche cambiare, gli assistenti nell’ambito della platea di soggetti accreditati.

Commenta su Facebook