Servizi sociali e asili nido. NCD avverte l’amministrazione nissena: “No a proroghe, non garantiscono trasparenza”

998

(Riceviamo e Pubblichiamo) Apprendiamo con piacere che le attività del Centro diurno Alzheimer M. Luppino di Caltanissetta non sospenderanno e proseguiranno nell’ assistenza alle persone colpite dal morbo di Alzheimer. Ciò sarebbe negli intenti dell’amministrazione comunale, e della Commissione Affari Sociali del consiglio comunale di Caltanissetta con la collaborazione dei lavoratori della società cooperativa sociale Etnos. Il predetto servizio e’ stato finanziato con le risorse della legge 328, per gli anni 2010, 2011 e 2012 dalla passata amministrazione e reinserito dall’assessore Firrone nel piano di zona triennio 2013 2015, che ne garantisce la continuità del servizio. E’ certamente un fatto positivo e nel segno della continuità che la nuova amministrazione ed il consiglio comunale agiscano in questo senso.

Apprendiamo altresì con altrettanto piacere che l’amministrazione comunale, in ordine ai servizi di assistenza anziani, assistenza domiciliare integrata anziani e disabili e asilo nido, aderendo alla direttiva dell’assessore Firrone, abbia deciso di fare un unico bando per i tre servizi al fine di contenere i costi della gara e del servizio stesso per € 1.400.000 che trovano copertura nel passato bilancio dell’amministrazione Campisi.

Ci spiace però registrare, il ritorno in auge dell’istituto della ‘proroga’, tanto caro alla burocrazia, perché le risparmia il lavoro e gli inevitabili inconvenienti delle procedure di evidenza pubblica, che invece garantiscono trasparenza, economia e miglioramento dei servizi per la cittadinanza. Un esempio per tutti della conseguenza di una proroga potrebbe essere quella di non attuare per tempo il piano di azione che prevede con copertura finanziaria a carico dello stato, l’apertura degli asili nido nel mese di agosto e il prolungamento dell’orario alla fascia pomeridiana, non previsti nella gestione precedente. La passata amministrazione Campisi ha combattuto alacremente contro questo diffuso strumento di malcostume amministrativo, introducendo il controllo di gestione al fine di programmare in largo anticipo i bandi prima della scadenza dei contratti, riuscendo a fare tutti i nuovi affidamenti per tutti gli appalti di servizi del Comune. Il nuovo centro destra raccomanda quindi al sindaco Ruvolo ed all’assessore Pastorello di vigilare su tale importante aspetto di trasparenza, imparzialità e corretta gestione amministrativa, affinché il lavoro della burocrazia non segni il passo nel produrre per tempo le necessarie e legittime procedure di evidenza pubblica, creando evitabilissime emergenze nella discontinuità di servizi importanti per il cittadino, che costringono l’organo politico, di volta in volta a legittimare evitabili proroghe, che si prestano per altro ad insinuare dubbi sulla legittimità garantita dai percorsi di pubblica evidenza, che ha come contro altare dei percorsi individuali che trovano terreno fertile nelle pratiche, ormai per altro non consentite, delle prassi di proseguire nei contratti scaduti. Il nuovo centro destra, attraverso i propri consiglieri comunali vigilerà e coadiuverà l’amministrazione attiva per garantire il mantenimento di tutti i servizi a domanda individuale attivati dall’amministrazione Campisi e l’utilizzo di best pratice nelle procedure di appalto, a vantaggio della collettività amministrata

Il coordinamento cittadino NCD

Commenta su Facebook