Servizi sociali e cooperative. Lavoratori costretti a lavorare senza stipendio a Caltanissetta

1545

Il malcontento cresce e domani sfocerà in un sit in dei lavoratori delle cooperative “Progetto vita” e “Città del sole” che non percepiscono lo stipendio dal lontano novembre 2016. 122 lavoratori che l’ultimo stipendio lo hanno visto a ottobre.

Non certo i mega stipendi dei dirigenti, ma neanche quelli di un normale impiegato. Parliamo di stipendi che vanno dalle 500 euro alle 800 al massimo per un mese di lavoro con i disabili nelle scuole, gli anziani assistiti a casa e gli asili nido comunali.

Il problema non è nuovo e si ripropone con cadenza preoccupante. Il comune di Caltanissetta, dal canto suo, ha declinato le proprie responsabilità. “Il Comune è pronto a pagare ma la cooperativa non ha il Durc” ha spiegato l’assessore Carlo Campione dopo una verifica con gli uffici. La Cooperativa “Progetto Vita” infatti doveva pagare 10 mila euro di contributi non ancora versati all’Inps. Questo impedisce all’Ente, dopo un controllo con Equitalia, di pagare le fatture per il servizio e non vi sono alternative. L’ente non può in alcun modo pagare direttamente i lavoratori.

“Tutte le cooperative devono prevedere una capacità finanziaria per anticipare due mensilità rispetto alle fatture che percepiscono e il comune deve mettere delle penali giornaliere per ogni giorno di ritardo”, chiede il sindacato Ali-Confsal che segue da vicino la vicenda con Melania Lombardo e il segretario generale Manuel Bonaffini,

L’affidamento dei servizi asili nido, assistenza domiciliare ad anziani e disabili è già in proroga e forse sarebbe il caso di valutare i termini di rescissione del contratto se i pagamenti dei lavoratori continuano ad essere così in ritardo. La “clausola” che riguarda la capacità economica dell’affidatario è infatti già prevista dall’attuale affidamento.

Ma va raccontata anche l’altra faccia della medaglia. La fattura che gli uffici di Palazzo del Carmine hanno pronta è quella di novembre 2016. Sbloccato il problema del Durc (pare che la cooperativa abbia regolarizzato il pagamento stamane) i lavoratori riceveranno, nella migliore delle ipotesi tra 15 giorni, una sola mensilità di stipendio. Quando si sbloccheranno le altre fatture (Dicembre, tredicesima, Gennaio) si potrebbero ripresentare gli stessi problemi o verificarsi altre incognite. Perchè le stesse cooperative svolgono servizi in tutta la Sicilia e problemi con il Durc possono derivare da altre situazioni.

Sono 28 i lavoratori che si occupano di anziani, 18 quelli in servizio per i disabili a domicilio, 46 negli asili nido.

Infine 30 lavoratori che operano con i disabili nelle scuole che si trovano addirittura in una situazione peggiore in quanto il datore di lavoro ha loro anticipato il mese di settembre e solo una parte del mese di ottobre 2016.

Commenta su Facebook