In serie B Nissa Rugby sconfitta. Vince l’Under 18 a Catania

805

Domenica negativa per il club nisseno che si vede su tre fronti diversi tra categoria e città, vincitore solamente con la franchigia degli under 18 a Catania e regista una pesante sconfitta ad Avezzano per la prima squadra ed una sconfitta in una partita piena di colpi di scena al Tomaselli per la categoria degli under 16.

Iniziando con i più piccoli, i giovani nisseni ospitano al Marco Tomaselli il CLC di Messina nel campionato regionale per categoria under 16, e si battono con cuore e sacrificio contro una squadra che sulla carta risulta essere la più forte del campionato. I nisseni si scendono in campo con tante defezioni per via dei vari infortunati seduti in tribuna a tifare per i propri compagni e perdono una partita dove nel secondo tempo si era resa protagonista con due mete e con solo due punti sotto dall’avversario. Poi i cambi e magari l’esperienza maggiore degli avversari ne ha fatto da padrona portandosi a casa il risultato. Positivo però il tecnico Blandi che lancia questo messaggio ai suoi ragazzi;

“Una parola sola: ORGOGLIO! Stiamo crescendo, facciamo passi avanti ogni partita! Obiettivi quasi tutti rispettati e una grandissima attitudine. Non se l’aspettavano, questa è la nostra gioiosa macchina da guerra! Bella così! Ora sotto con gli allenamenti!”

Vittoria invece per la categoria degli under 18 della Triskele con i nisseni Zimarmani, i due fratelli Cali’ e Gheorghinca che seguiti dal tecnico Letizia battono a Catania nel campo del polivalente l’ostico CAS Reggio.

Partita invece negativa per l’Amatori Messina-Nissa Rugby che esce con una brutta sconfitta nella partita di Avezzano contro i padroni di casa nella quinta giornata valevole per il campionato nazionale di B.

La trasferta per i siciliani è stata infruttuosa: nonostante la nota forza dell’avversario, vi era la convinzione di poter fare una buona prestazione, ma le cose non sono andate come si sperava, soccombendo alla superiorità tecnica degli Aquilani.

Il primo tempo è iniziato a favore dei padroni di casa che al 10’ minuto, riuscendo a dominare il campo avversario, segano una meta con Costantini, successivamente trasformata da Lanciotti (7-0). A seguito di diversi errori da parte della squadra siciliana l’Avezzano calcia due punizioni una al 14’ e l’altra al 22’ con Lanciotti che centra i pali. Il primo tempo si conclude con un risultato di 13-0.

Al secondo tempo decisamente è l’Avezzano a dominare un gioco fluido e veloce. Nuovamente a 10 minuti dal fischio d’inizio è Ranalletta che segna una meta, non trasformata da Lanciotti (18-0). Al 15’ Lanciotti calcia una punizione (21-0).Per superiorità di mischia l’arbitro concede una meta tecnica all’Avezzano, che prontamente viene trasformata da Lanciotti (28-0).L’Amatori Messina-Nissa Rugby prova a reagire ma al 40’ Pallotta entra in meta, trasformata da Lanciotti. La partita si conclude, dunque, con la vittoria della padrona di casa con riultato finale di 35-0.

Non nasconde la sua delusione il capitano Nunnari: “Principalmente mi sento in dovere di chiedere scusa a nome di tutta la squadra a tutte quelle persone che ci sostengono e che credono in noi. Oggi abbiamo toccato il fondo, non è tanto la sconfitta ma è come abbiamo perso, abbiamo fatto troppi errori che non ci hanno permesso quella concentrazione che poteva aiutarci a fare un buon risultato. Da oggi ci metteremo sotto a lavorare. Colgo l’occasione per fare i complimenti all’Avezzano Rugby ed anche ai suoi dirigenti per l’ospitalità concessa.”

Avezzano Rugby: Lanciotti, Talamo, Traore, Mari, PUJA, Palotta, Angelozzi, Macinelli, Cesarini, Costantini, Venturini, Cofini, Ranalletta, Lanciotti S., Urbani

In panchina: Gentile, Recchia, Pelino, Amicucci, Volpe, Pistilli, Urbano

Allenatore: Santucci

Amatori Messina-Nissa Rugby: Gaito, Muyodi, Strazzeri, Codinotti, Bernardo, Merolle, Ruscica, Nunnari, Nicolosi, Campbell, Garozzo, Tebaldini, Gaeta C., Miduri, Catania.

In panchina: Messina, Caffarelli, Cucinotta, Pirrotta, Benfante, Caccia.

Allenatori: De Giusto, Insaurralde

Arbitro: Cerino.

Il dirigente addetto stampa

Roberto Lachina

Commenta su Facebook