Senza stipendio, chi pulisce gli ospedali. UIL: “Pronti alo sciopero”

1475

(riceviamo e pubblichiamo) -Il Segretario Organizzativo della Uil Temp Andrea Morreale torna a chiedere all’Asp di Caltanissetta e cooperativa L’Airone che fine abbiano fatto gli stipendi dei lavoratori che si occupano dei servizi di pulizia dell’UU.OO. dell’Ospedale S. Elia di Caltanissetta e dell’Ospedale di San Cataldo . Sono senza salario da giugno, è stata pagata una sola mensilità relativa al mese di maggio, adesso attendono altre quattro mensilità.

È un autunno difficile quello per il personale ausiliario della Cooperativa che ormai da troppo tempo reclama – inutilmente – i propri diritti di lavoratori, la Uil Temp ha chiesto un incontro all’Ufficio Provinciale del lavoro. Non si capisce come mai l’A.S.P. di Caltanissetta sia inadempiente.

A mio avviso – continua Andrea Morreale – è una situazione di degrado gestionale che ha bisogno di una soluzione definitiva e non più tampone, questo  per consentire ai lavoratori di riprendersi quella dignità che nel tempo la Coop e l’ASP hanno sottratto a loro e alle loro famiglie.

La Uil insieme ai lavoratori, non si fermeranno fino a quando questa annosa vicenda non si risolverà definitivamente”.

Dopo lo stato di agitazione proclamato dalla UIL per il ritardo nel pagamento degli ultimi stipendi, sono pronti ad incrociare le braccia i dipendenti della Coop.  Ha scelto la linea dura il Segretario della Uil Temp, dopo l’ennesimo ritardo nel pagare gli stipendi e l’assenza di certezze sulla data dei prossimi bonifici.  «I lavoratori che operano nei servizi di pulizia presso gli ospedali e presidi Asp della provincia, ancora vantano quattro mensilità», denuncia Andrea Morreale, «Tantomeno sono riuscito ad avere dall’ASP certezza di una data, la situazione che da molti mesi vivono i lavoratori della Cooperativa per il mancato pagamento delle retribuzioni non può consumarsi nell’assoluto silenzio delle Istituzioni. Per tali motivi – continua il Sindacalista – ho chiesto un incontro congiunto con ASP e la Cooperativa presso la Direzione Provinciale del Lavoro di Caltanissetta al fine di attivare le opportune verifiche, per chiarire i crediti che la Coop. vanta nei confronti dell’ASP e i tempi di erogazione in modo che si arrivi ad un accordo chiaro in merito alle retribuzioni», in caso di mancato accordo, arriveremo allo sciopero. Al di là delle procedure, sono destinati a subire innumerevoli disservizi i pazienti e gli utenti degli ospedali della Asp provinciale. Ma la UIL punta il dito anche contro la ASP. «Ho più volte chiesto alla direzione generale dell’ Asp un incontro sui servizi di pulizia e sull’avvio di una eventuale nuova gara o di una eventuale nuova proroga alla cooperativa in quanto stanno esaurendo le ore richieste dall’ASP , questa situazione deve al più presto essere chiarita perché ad oggi non sussistono sufficienti garanzie per i mesi futuri». Quello che preoccupa è il futuro, oggi più che mai incerto per gli operatori della Cooperativa. Se la situazione non dovesse rientrare in tempi brevi i lavoratori e le lavoratrici sono pronti alla mobilitazione, al fine di garantire la salvaguardia degli stipendi e del servizio».

Commenta su Facebook