Seicento colombe pasquali ai degenti del S.Elia e alle famiglie in difficoltà dalla WellSana di Caltanissetta

567

L’azienda WellSana di Caltanissetta tramite il comitato della Croce rossa Italiana ha donato seicento colombe pasquali che saranno distribuite ai degenti dell’ospedale S.Elia di Caltanissetta e alle famiglie che si trovano in difficoltà.

La consegna nel nosocomio nisseno è stata effettuata direttamente questa mattina dal presidente della Croce Rossa nissena, Nicolò Piave insieme al consigliere delegato all’immagine e comunicazione Antonio Gumina alla direzione di presidio rappresentata per l’occasione dal dott. Benedetto Trobia e dalla coordinatrice infermieristica Dott.ssa Piera Giamporcaro.

“Era idea congiunta dell’azienda e della Croce Rossa poter permettere una Pasqua più dolce ai degenti dell’ospedale oltre che alle famiglie indigenti della città, ci siamo riusciti con una grande sinergia tra l’ASP di Caltanissetta e la Croce Rossa che in questo momento sta fungendo, assieme ad altre associazioni ed enti, da braccio operativo per le attività di assistenza e soccorso in tempo di Covid 19. Stiamo mettendo in campo tutte le nostre forze – racconta Nicolò Piave presidente della CRI nissena – per poter aiutare i più vulnerabili, raccogliamo la generosità di aziende, come la WellSana e tante altre, e giriamo ai chi ha bisogno, anche ai pazienti dell’ospedale che vivono un momento particolare, che sia una Pasqua di speranza”.

La macchina organizzativa è ben oleata grazie ai referenti delle aree operative che stanno egregiamente coordinando il sistema di aiuti. “Infine, un grazie al Dott. Benedetto Trobia che dimostra sempre grande attenzione al mondo del volontariato, con grande intuito e capacità amministrativa favorisce in ogni modo lo sviluppo delle attività solidali anche all’interno del presidio, non sempre scontato in un mondo che vive di burocrazia”.

Nella foto allegata la consegna con il Presidente Nicolò Piave, il Dott. Benedetto Trobia e la dott.ssa Piera Giamporcaro, con gli operatori sanitari dell’azienda in turno.

Commenta su Facebook