Scuola-Lavoro, trasporti, Referendum e rappresentanza. La Rete degli studenti domani in piazza

992

“La Rete degli Studenti Medi Caltanissetta si appresta a iniziare il suo decimo autunno con una progettazione del percorso mobilitativo basata sulla costatazione del progressivo disinteresse che rende gli studenti esclusi dai processi decisionali, sfruttati attraverso l’alternanza scuola-lavoro e ignari di ciò che accade nel proprio paese”.

“È per questo motivo che la nostra associazione promuove a livello nazionale una mobilitazione incentrata sull’informazione”, spiega Lucio Lombardo della Rete degli studenti medi di Caltanissetta, presentando la Piazza Tematica che si svolgerà Venerdì 7 ottobre all’interno della Piazzetta della Repubblica (dei Marinai) dalle ore 09:00 per poi protrarsi fino al termine della mattinata: Alternanza Scuola-Lavoro, Trasporti, Referendum Costituzionale e Rappresentanza.

“Con l’inizio del secondo anno dell’entrata in vigore della Legge 107/15 “Buona Scuola” è necessario trattare il tema dell’alternanza scuola-lavoro in maniera più approfondita, sensibilizzando gli studenti riguardo questa attività. Riprendendo i lavori sulla Campagna primaverile dedicata ai trasporti provinciali, l’associazione è pronta a rappresentare gli studenti pendolari raccogliendo le loro istanze e manifestandone i disagi. Sebbene non tutta la popolazione studentesca sia chiamata a votare al Referendum Costituzionale, la Rete degli Studenti Medi si impegna a diffondere un’informazione chiara e a creare una coscienza elettorale”.

“Essendo la Rappresentanza uno dei mezzi cardine attraverso cui si raccoglie l’opinione degli studenti per farsene portavoce – conclude la Rete nissena – è indispensabile affidare questo compito a persone più formate e consapevoli possibile, affinchè possano con coscienza portare avanti gli interessi degli studenti, tutelandone i diritti. L’obbiettivo della Rete degli Studenti Medi è quello di portare avanti la voce di una generazione precaria come la nostra e di creare cittadinanza attiva e formata che renda il proprio paese migliore già da oggi aspettando di essere il domani”.

Commenta su Facebook