Scuola al via il 14 settembre ma gli istituti sedi di seggio elettorale possono optare per il 24: Il 20 e 21 si vota per il referendum

538

L’assessore all’istruzione della Regione Siciliana, Roberto Lagalla, ha emanato un nuovo decreto che formalizza il calendario scolastico per la Sicilia modificando in parte il precedente del 31 luglio. Rimane invariata la data del 14 settembre per l’inizio delle lezioni nelle scuole di ogni ordine e grado e nelle istituzioni formative accreditate ma viene introdotta la possibilità per le scuole che sono sede di seggio elettorale di posticipare l’avvio delle attività scolastiche al 24 settembre. In mezzo infatti c’è il referendum costituzionale sulla riduzione del numero dei parlamentari che si terrà il 20 e il 21 settembre. Rimane in ogni caso l’obbligo per tutte le scuole di svolgere almeno 200 giorni di lezioni.

A questo punto la decisione sulla data di avvio delle lezioni per le scuole che saranno seggio elettorale è rimandata ai consigli d’istituto.

Il decreto dell’assessore regionale fissa anche le date per le vacanze di Natale e quelle di Pasqua dal 23 dicembre al 7 gennaio e dall’1 aprile al 6 aprile 2021.

Commenta su Facebook